La prima band che suona sott'acqua

La prima band che suona sott'acqua

Per il nostro orecchio umano, ascoltare i suoni sott'acqua è una sfida assai complicata. Ci siamo evoluti sulla terraferma e il nostro udito non è in grado di superare certe barriere ben più dense per la propagazione del suono che la semplice aria.
Tutti almeno una volta ci siamo chiesti che effetto avrebbe poter ascoltare una brano musicale eseguito nelle profondità marine. Beh, adesso possiamo smettere di chiedercelo, perché la risposta arriva da un ensemble che ha ideato uno show davvero particolare, con strumenti e musicisti in apnea che suonano (e cantano!) ripresi da speciali microfoni.

Il progetto si chiama Aquasonic ed è nato in Danimarca. Coinvolge 5 musicisti che si esibiscono immersi nell'acqua in grandi vasche di vetro, dove trovano spazio anche i loro strumenti musicali ovviamente messi a punto per l'occasione.
Cosa ne viene fuori? Indossate buone cuffie e ascoltate il video qui sotto. Tra l'altro, come sentirete, anche le spesse pareti delle vasche sono usate come fonte di effetti sonori.

Ovviamente gli equipaggiamento sono del tutto speciali, a partire dai microfoni usati per la ripresa e diffusione audio, in grado di resistere alla massa d'acqua e di riprende le onde sonore ivi propagate. Così come sono realizzate ad hoc gli speciali auricolari indossati dai musicisti che altrimenti non avrebbero possibilità di ascoltarsi l'un l'altro.

Gli strumenti non sono da meno, la cui realizzazione ha richiesto anni di ricerca con la collaborazione dell'Università di Toronto e Aarhus, portando al concepimento di pezzi unici come l'hydraulophone (una sorta di organo), un violino in fibra di carbonio, un'arpa elettromagnetica e varie percussioni e campane.

Se state pensando all'acquario umano del megapresidente fantozziano, non siete i soli, ma al di là degli scherzi, la musica, molto "ambient", prodotta da questa live experience è tremendamente affascinante.
Chissà se i pesci farebbero la fila al botteghino!


Commenta