HomeStrumentiStoriaStoria del Blues: dalle campagne alle città

Storia del Blues: dalle campagne alle città

Come e perché nasce il cosiddetto "Blues elettrico"? Ci sono ragioni storiche molto precise e protagonisti indiscussi di questo viaggio dalle piantagioni alle chiassose strade urbane...

Consideriamo due fattori: la guerra e la rivoluzione industriale. Le piantagioni e il Mississippi perdono il loro ruolo centrale di ricchezza e spostamenti a favore delle città come Chicago e Detroit con le loro fabbriche di automobili, dei treni, e delle necessità legate all’uso di strumenti elettrici.

Ecco che il Blues cambia, i solisti acustici scompaiono ed è l’avvento delle band elettriche capitanate da leader leggendari come Muddy Waters e John Lee Hooker.
Ed è oggi chiaro che per il blues elettrico troviamo un percorso definito che ci permette di seguire le varie fasi dello strumento, da John Lee Hooker a B.B. King, da T-Bone Walker a Buddy Guy, da Hubert Sumlin a Freddie King, da Albert King a Clarence Gatemouth Brown, da Albert Collins a Stevie Ray Vaughan e via dicendo.

Nel blues acustico questo non c’è più stato semplicemente perchè lo stile è stato abbandonato e oggi i più grandi dello stile sono ancora quei musicisti degli anni ’20 e ’30 con il loro stile unico, inconfondibile.
Meglio di Blind Willie Johnson e Mississippi John Hurt, di Blind Blake e Skip James, semplicemente, non c’è stato nessuno.
Hanno influenzato tutti, e quindi, nessuno.

Unisciti al Patreon di Daniele Bazzani

>>> VAI ALL’INDICE DELLE PUNTATE <<<

Promuovi la cultura e goditi contenuti esclusivi

Musicoff Patreon

Instagram

Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.

MUSICOFF NETWORK

Musicoff Discord Community Musicoff Channel on YouTube Musicoff Channel on Twitch Musicoff Channel on Facebook Musicoff Channel on Instagram Musicoff Channel on Twitter