Gibson ES-335, una chitarra immortale

Gibson ES-335, una chitarra immortale

Gibson ES-335, non ci sarebbe bisogno di dire altro. Dal Jazz al Blues, dal Pop al Rockabilly, finanche all'Hard Rock e Blues elettrico più scatenato. In mano a Eric Clapton, Alvin Lee e (pur anacronisticamente) a... Marty McFly in Ritorno al Futuro!

Quando parliamo di classici in casa Gibson, subito dopo Les Paul ed SG è lei il primo nome a venirci in mente. Con le sue forme sinuose, abbondanti, è una vera signora, capace di un suono dolce e arioso ma anche in grado di graffiare e mordere appena spingiamo in overdrive il nostro amato amplificatore. 

Nel corso dei decenni è stata portata in auge da grandissimi chitarristi blues e rock, ma come dimenticare il suddetto Eric che con i suoi Marshall rigorosamente "a 10" faceva fuoco e fiamme con i Cream alla Royal Albert Hall!

Ebbene, oggi in compagnia di Giampaolo Tomassone, dell'omonimo storico negozio bolognese, incontriamo una Limited Edition di questo grande classico della 6 corde, la ES-335 in versione satinata.

La Gibson ES-335 Satin Release del 2018 è una chitarra che ha l'aspetto e la qualità costruttiva della 335 tradizionale, con l'ovvia differenza della finitura satinata.
I pickup Burstbucker 1 e Burstbucker 2 sono collegati al circuito MTC cablato a mano per funzionalità ottimali, mentre le cover degli humbucker sono state rimosse per un guitar tone più reattivo. 

Questa chitarra presenta classici materiali di qualità Gibson quali un manico in mogano tagliato di quarto con tastiera in palissandro, rinforzi in abete, blocco centrale in acero. L'alta qualità si riscontra anche nell'affidabile hardware come il ponte ABR-1 con sellette in titanio e nelle meccaniche Rotomatic Grover 102.

Le verniciature previste per questo modello in edizione limitata sono due, la Walnut che potete ammirare in questo video, e una più classica Wine Red.
Per ogni altra informazione consultate direttamente il sito web di Tomassone.


Commenta