Cinque note e infinite possibilità sul basso

Cinque note e infinite possibilità sul basso

Dopo aver visto come si crea un riff con le pentatoniche, adesso pensiamo ai modi della scala: si parte da ognuna delle cinque note e si finisce all'ottava della nota di partenza; in tutto ne avremo cinque. Da notare come l'ultimo modo è in realtà la pentatonica minore (tonica, 3' min., 4' g, 5' g e 7' min., oppure TS T T TS T).

Nel prossimo esempio abbiamo la pentatonica in SOL, con le note SOL - LA - SI - RE - MI:

Cinque note e infinite possibilità sul basso

Per la seconda posizione vi consiglio di partire dal LA con il medio, in modo da avere l'indice già pronto per suonare il SI (4' tasto della corda di SOL). Suonate in tutte le tonalità.
Estendendo la scala su 4 corde abbiamo queste diteggiature:

Cinque note e infinite possibilità sul basso

Memorizzate le diteggiature perchè vi aiuteranno a trovare le cinque note su tutta la tastiera. Ovviamente anche questo esercizio va suonato in tutte le tonalità.

Dopo aver studiato le posizioni dalla prima all'ultima, partite dalla nota più bassa disponibile quando è presente nella scala: ad esempio, il MI basso sta nella pentatonica maggiore di SOL, quindi inizierete dalla quinta posizione (variante con la corda a vuoto). Poi seguite col SOL, il LA ecc. fino ai tasti più alti.
Vi capiterà di ripetere le posizioni (ad esempio la prima sul 3' e 15' tasto della corda di MI) e di usare le variazioni con le corde a vuoto o dal primo tasto in base alla tonalità. Le note di partenza le trovate sempre sulla 4' corda.
Pensate sempre alle note e non sbaglierete. Vi ricordo anche di variare le ritmiche e le velocità.