HomeStrumentiChitarra - ArtistiVanny Tonon, il nuovo album fa già breccia negli USA

Vanny Tonon, il nuovo album fa già breccia negli USA

Shares228
Appena uscito il nuovo album di Vanny Tonon, "The Man of Everything", ed è già sulle pagine di riviste internazionali.

Vanny Tonon non ha certo bisogno di presentazioni, né qui in Italia né oltreoceano, tanto che il suono nuovo album The Man of Everything, uscito da pochi giorni, è già stato citato da un importante magazine come Guitar World nel suo articolo sui migliori brani chitarristici della settimana.

Lo scorso anno, Vanny Tonon, endorser di Ibanez, ha pubblicato ‘The Hybrid Master of Time’, un brano che metteva in mostra la sua tecnica Hybrid Slap” scrive il giornalista. “Ora l’italiano è tornato con un nuovo album, che mette ulteriormente in mostra le sue abilità chitarristiche. ‘The Flow of Elements‘ è un gran singolo, che offre un ottimo connubio di tecniche giocate tra plettro e dita.

Il primo approccio con questo nuovo album, parlando proprio dalla title track, offre da subito un sound assolutamente riconoscibile per chi segue Vanny da anni, con quel tipico clean sound percussivo condito dell’effettistica marchiata Eventide, altro marchio a cui è da tempo legato ufficialmente.

Tonon è come al solito molto orchestrale nelle sue composizioni, un approccio unico nel suo genere, con reminiscenze à la Stanley Jordan, ma spostato in tempi più moderni, con tutto il bagaglio tecnico che il chitarrista italiano ha maturato negli anni.

Le distorsioni ci sono, ma dosate col contagocce, solo in alcuni (pochissimi) punti strategici dei brani. Il resto si basa invece molto di più sull’effettistica, con la prevalenza di particolari giochi di delay e lunghi e modulati riverberi, in cui il suono della chitarra si immerge piuttosto profondamente.

Non c’è dubbio che questo sia un album che deve incontrare un particolare gusto dell’ascoltatore e basato su ciò che Vanny ha deciso di perseguire nella sua creatività strumentale, senza compromessi. Il fatto che però sia stato inserito, come suddetto, in un articolo insieme a star come Jacob Collier, Slash e Demi Lovato afferma a gran voce che questa presunta nicchia può sicuramente allargarsi a macchia d’olio.

Il disco è stato interamente autoprodotto da Vanny Tonon, tranne il mastering a cura di Giuliano Poles e l’artwork del Team Operarea.

Segui Vanny Tonon su: