Quattro membri di band dal successo mondiale si riuniscono prima in sala prove e poi in studio per ore di sano divertimento e groove, nessun altro presupposto potrebbe essere migliore di questo per produrre un disco fresco, diretto e coinvolgente. Formatisi nel 2011 sotto il nome Shuffler, con tale eponimo non sono anc ...
È un disco decisamente orientato quello di Borghese e potrebbero essere troppi i punti d'analisi sbagliati, presi di petto su pregiudizi di prima lettura, infondati e poco considerevoli del lavoro in questione. "L'educazione delle rockstar" fa sicuramente destare il disinteresse di molti scettici e sospettosi con le s ...
Torino e il Mississippi sono divisi da parecchi chilometri ma ci sono occasioni in cui anche le distanze maggiori sono facilmente trascurabili. Solitamente serve una buona canzone, o meglio una manciata per facilitare l’impresa. Thomas Guiducci, con i suoi B-Folk Guys, ha sicuramente trovato la chiave giusta per rega ...
Nati per supportare il lancio di “Eraser”, lasciati a decantare poi per ben tre anni ed infine tornati in studio solo una volta che il tempo ha terminato di caratterizzarne efficacemente il sapore. Non è più il tempo in cui Thom Yorke richiedeva colleghi con cui portare in lungo e in largo il proprio materiale so ...
Ci sono pochi personaggi nell’odierna scena musicale capaci di destare motivato interesse in occasione di ogni nuova release discografica. Uno di questi è indubbiamente Steven Wilson, conosciuto al grande pubblico per essere una delle menti dietro quel favoloso progetto chiamato Porcupine Tree. Personalità alquanto ...
Non hanno una lunga carriera alle spalle ma ciò non sembra spaventare minimamente i Godsticks, eclettico power-trio formatosi nel 2006. Dalla nascita del progetto non s’è dovuto attendere molto tempo per assaporare “Spiral Vendetta”, album di debutto rilasciato nel 2010, immediato successo di critica che ha por ...
Non dategli del blues, ma non dite neanche che sono solamente un gruppo rock. Non è davvero il caso di ridurre ad etichette un ensemble tanto ricco di sfumature e colori. Ad un anno di distanza da “Hisingen Blues” arriva “Lights Out” ed i Graveyard tornano sulla piazza ancor più carichi di quell’aura esotic ...
La prima impressione è sempre determinante, motivo per cui il debutto discografico è argomento delicatissimo da affrontare per ogni band. In questo caso ci troviamo di fronte a “Did you miss me?”, prima uscita discografica dei torinesi All The Mornings Of The World. Artwork colorato e cinque tracce sono il biglie ...
La quiete dopo la tempesta è solamente di passaggio, per lasciare in breve spazio al fragore di nuovo vento. Non c’è mai tempo di riprendersi dallo sconvolgimento ed è facile accorgersene all’ascolto di questa settima fatica discografica firmata Deftones. “Koi No Yokan” arriva a due anni di distanza dall’e ...
Tirando una fugace occhiata alla produzione musicale delle ultime decadi, si finisce spesso per incappare in un oceano d’incomprensibili generi musicali, più o meno accettabili nella loro etichetta, che molte volte non nascondono altro che minestre mal riscaldate. Ovviamente non si può far di tutta l’erba un fasc ...
La gioia più grande per un appassionato ascoltatore musicale è trovarsi tra le mani un disco inaspettatamente valido ed appassionante. Non c’è assolutamente alcun dubbio nel dire che fin dal primo ascolto di questo “The Key”, dei nostrani Amaze Knight, è facile rimanere piacevolmente colpiti. Gli Amaze K ...
È un mondo lugubre e tetro quello di “No Sadness or Farewell”, dalle tinte vinaccia e bordeaux, qua e là macchiate di nero. L’album assomiglia ad uno di quei motel in disuso al lato dell’autostrada, trasandati, sporchi ma sempre abbastanza poetici per essere inseriti in qualche film di prima categoria. I Crip ...
Fra le tante uscite che hanno affollato un 2012 più che mai prolifico musicalmente, un po’ sottotono rispetto alle produzioni mainstream si è andato ad infilare anche il nuovo disco dei Corrosion Of Conformity. Dopo una carriera trentennale arriva un album omonimo, registrato dalla lineup originaria, orfana di quel ...
Non c’è alcun dubbio, nel mondo chitarristico l’attrattiva maggiore è rappresentata dagli effetti a pedale. Distorsori, overdrive, effetti d’ambiente, chi più ne ha più ne metta, si ricreano suoni per tutti i gusti e le personalità. In un mondo così ricco d’alternative e possibilità, sempre più spesso p ...
Rimettersi in carrozza è sempre difficile. Tornare sulle scene dopo anni di varie vicissitudini e cambi di formazione è ancora più arduo. Quando a ciò si aggiunge l’essere una fra le band più importanti del panorama musicale anni novanta, il come-back risulta davvero impossibile. Nessuna simile preoccupazione se ...
All I need is my old guitar… parola di un vero dislocated boy. "Driving Towards The Daylight" completa il compito di "Dust Bowl" riportando un Joe Bonamassa in buona forma dopo qualche prova non troppo convincente, ovviamente nell'opinione di chi scrive. Sono finiti i tempi in cui serviva ancora dimostrare di av ...
Difficilmente si riesce a trovare un metodo interpretativo consono per una produzione come quella di Frequent Flyer. Fin dall'inizio si mostra nella sua preponderante natura passionale ed eterogenea, sempre in piena intima fase d'amore con il proprio creatore. Servirebbe un'enciclopedia della musica per poter stilare, ...
In un mondo privo di riguardo per l’individuo, nasce dal sottosuolo un sentimento di ribellione che inizialmente, senza fare troppo rumore, si insinua nella mente di tutti quelli che, di lì a breve, diventeranno fedelissimi sostenitori. Esattamente da un sottosuolo di sofferenza repressa fino al limite, sembra ...
Trance Circular Groove, è un gran disco. Impegnarsi in un ascolto “disattento” è necessario. Onirico, libero al flusso che i brani di quest’album creano nella loro precisa continuità. Parlate, discutete, non prestate ora attenzione a ciò che sentite, lasciate che tutto vi scorra attorno, lasciate che vi scorr ...
"Tesoro… mi si sono cresciuti i ragazzi!" Non c’è niente da fare, concessioni di citazionismo pop a parte, il primo seminale album dei Bud Spencer Blues Explosion era grezzo, popolarmente geniale e dritto nello stomaco, ma cosa succederebbe se a tutto ciò si sommasse la maturità guadagnata su un numero di palcos ...
Stavolta allo show di Jimmy Fallon ci sono gli Who
Un nuovo showroom nel Nord per BoxInsonorizzato.it
Sylvia Massy presto a Roma, direttamente dall'Olimpo dei fonici

Mixare un bass synth al posto del basso elettrico
I plugin di Acustica Audio in promozione per tutto maggio

Uno scatenato drum play-through dei Ne Obliviscaris