NAMM 2018 - Torna il mitico Eventide con il nuovo H9000

NAMM 2018 - Torna il mitico Eventide con il nuovo H9000

Eventide decide di mettere in campo il meglio della propria tecnologia sia hardware che software con dei pezzi da 90 che raggiungono nuove vette evolutive e piccoli nuovi prodotti altrettanto interessanti. Andiamo con ordine e vediamo cosa ha da offrirci.

H9000

Un caposaldo dell'effettistica da studio, una macchina fantastica che ha fatto la storia, e continua ancora a fare dato che il pitch shifter dell'oramai vetusto H3000 viene ancora utilizzato con orgoglio dai chitarristi, e che torna ora in una versione nuova e senza compromessi in ambito di potenza computazionale e opzioni possibili, vediamo assieme le caratteristiche salienti:

  • 4 processori quad core ARM che servono per gestire 16 motori DSP
  • 8 canali di I/O audio analogico, AES / EBU, ADAT, 16 canali audio USB
  • Connessione remota tramite control application, disponibile anche come app e programma standalone per Mac e PC, utilizzabile in ogni sua parte per Pro Tools, VST e AU con connessione tramite RJ45 o Wifi.
  • Connessione opzionale a reti audio tra cui MADI, Dante, Ravenna e altro.

FX Chains che consente agli utenti di collegare qualsiasi serie di quattro effetti con un routing flessibile, inoltre le catene possono essere create per agire come un canale per voce, pedaliera per chitarra o un synth modulare con effetti

Il costo come prevedibile è "professionale" tanto quanto il pubblico cui si rivolge: per entrambe le versioni disponibili, che differiscono per la presenza dei controlli sul pannello frontale, si parte da una base di 5000 dollari per arrivare alla versione con tutti i controlli da ben 7000.

Macchina estrema, paurosamente potente e dedicata ai professionisti.

Euro DDL

Questo piccolino è una piccola bomboniera in formato eurorack: un delay digitale che nasce ovviamente per un utilizzo da studio con una circuitazione semplice e molto lineare per far trasparire il suono più fedele e neutro possibile.
Utilizza convertitori a 24 bit con una frequenza di campionamento che varia dai 16 Khz fino ai 192 Khz; i tempi del delay ovviamente variano a seconda della frequenza, passando dai 10 secondi alla massima frequenza possibile, ai 160 secondi alla frequenza minima, ovviamente sono possibili effetti di echo o di looping gestendo opportunamente i ritardi, l'unico freno è la fantasia.

Piccolo e decisamente interessante che si presenta con un costo di circa 400 dollari.

Anthology XI

Una suite di plugin per la produzione musicale costruiti per poter dare il massimo e soddisfare anche le richieste più estreme.
Oltre 2900 preset, molti creati da Eventide con al collaborazione di artisti di altissimo livello come Dave Pensado, George Massenburg, Tony Visconti, Vernon Reid, Richard Devine, Joe Chiccarelli, Roy Hendrickson, Alessandro Cortini, Andrew Scheps, Robin Finck, Chuck Zwicky, Kevin Killen e Suzanne Ciani.

Tutta la suite si suddivide per tipologie, ci sono multieffetti, ritardi e qualsiasi cosa il vostro studio abbia bisogno.

  • Multieffetto: H3000 Factory, H3000 Band Delays, Octavox, Quadravox, UltraTap e il Fission / Physion, nuova struttura del plug in Fission nominata al premio TEC.
  • Reverbs: Blackhole, Tverb, MangledVerb, 2016 Stereo Room e UltraReverb
  • Clockworks Legacy: H910 Harmonizer®, H910 Dual, H949, H949 Dual, Omnipressor®,
  • Instant Phaser, Instant Flanger
  • Utility: UltraChannel, EChannel, Precision Time Align, EQ45, EQ65

Una suite veramente variegata che viene venduta a un prezzo molto basso se si tiene conto del costo dei singoli plugin, parliamo di 1800 euro contro i 3500 del costo totale se decidessimo di acquistare singolarmente tutto.

Powermax

Ricordo ancora con amore l'eventide powerfactor, alimentatore di alto livello costruito in collaborazione con Cioks, collaborazione che esiste ancora oggi e che vediamo in questo nuovo multi-alimentatore stabilizzato per pedaliere, che si presenta con un peso e un ingombro veramente microscopico.

Con i suoi 38.4 Watt totali, questo piccolino riesce a dare energia a circa sette pedali che necessitano di molta corrente e un uscita USB per caricare un tablet o un cellulare; interessante che tutte le uscite siano a tensione variabile dai canonici 9 fino ai 18 Volts ma per mettere le mani su questo piccolino dovremo aspettare questo Aprile.

Eventide resta sempre sulla cresta dell'onda per musicisti e produttori musicali!


Commenta