Il Fuzz Face di Jimi Hendrix venduto per 40.000 dollari

Il Fuzz Face di Jimi Hendrix venduto per 40.000 dollari

Il pedale Fuzz Face appartenuto a Jimi Hendrix è stato venduto all'asta a una cifra che supera i 40.000 dollari, ben sopra le aspettative che lo consideravano appetibile a una cifra 4 volte minore. L'effetto è stato tratto dalla collezione personale del batterista Mitch Mitchell, scomparso nel 2008.

Hendrix di fuzz ne ha avuti tanti. Anche perché, da pioniere dell'uso di questo effetto, aveva sempre accanto a sé il fuzz-guru Roger Mayer, a cui in studio di registrazione chiedeva praticamente quasi una modifca per brano al suono del pedale. Fu Mayer a introdurlo, ad esempio, all'uso dell'octavia, uno dei preferiti di Hendrix, sin dal primo disco con il famoso assolo di "Purple Haze".

Pur avendone posseduti svariati, però, questo venduto all'asta si può considerare "IL" Fuzz Face. Perché è quello di Woodstock (nonché del live alla Isle of Wight). I suoi piedini hanno poggiato sul palco più famoso della storia del rock, nei suoi circuiti sono passate le note di quell'inno americano stravolto e violentato dagli effetti sonori ricalcanti gli elicotteri e le bombe del vietnam.
Dentro quel pedale, insomma, si è accesa, letteralmente, la storia della musica.

Ovviamente non si conosce il nome del compratore, non sappiamo se vi collegherà mai una chitarra e lo accenderà, sempre che funzioni ancora (e che si trovi il coraggio di ripremere lo switch che potrebbe essere stato messo in off l'ultima volta dallo stesso Hendrix...).
Ma sicuramente è un motivo, per noi adesso, per riascoltarlo in azione.