Iggy Pop canta in un disco Jazz

Iggy Pop canta in un disco Jazz

Te lo immagini Iggy Pop che canta su un disco Jazz?
Beh, potete smettere di immaginarlo, perchè vi basterà recuperare una copia di Loneliness Road, il nuovo album del trio Saft/Swallow/Previte, per ascoltare la voce profonda dell'iguana del rock destreggiarsi in dolci melodie piano jazz.

Edito da Rare Noise Records, il disco è una vera scommessa per l'artista, pur partendo da una base consolidata nel genere come quella del trio che vede nell'ordine:

  • Jamie Saft, pianista e polistrumentista newyorkese che dal '97 ad oggi ha collezionato una discografia di tutto rispetto, con 24 album solisti e numerose collaborazioni, da John Zorn ai Beastie Boys
  • Steve Swallow, bassista attivo dagli anni '70 e noto per famose collaborazioni come quella con Gary Burton e compositore di brani suonati da Chick Corea, Jim Hall, Bill Evans e molti altri
  • Bobby Previte, batterista che ricordiamo anche nel celebre album sperimentale Rain Dogs (1985) di Tom Waits, e anch'egli dalla lunga discografia alle spalle

Iggy Pop canta in un disco Jazz

Da sinistra: Steve Swallow, Bobby Previte, Jamie Saft

E quindi, gli Stooges incontrano il Jazz? Non proprio. Nei tre brani a lui dedicati, il ruolo di Iggy è perfettamente calato nelle atmosfere delle composizioni del trio ed è innegabile che la sua voce così grave, baritonale, seppur in questa veste possa disorientare gli abituali ascoltatori dell'iguana, riesca a fondersi molto bene, in maniera a tratti teatrale, con l'ensemble.
D'altronde, in Preliminaires del 2009 il cantante aveva già accarezzato a suo modo le corde del Jazz.

"Ognuna di queste è una take organica, una prima take" ha dichiarato Iggy "Ho speso molto tempo a prepararmi prima della sessione, è probabilmente il motivo per cui quando ho aperto la bocca, non vedevo l'ora di cantare e farì uscire tutto dal mio petto. Non c'erano partiture e leggii intorno a me, avevo tutte le parole in testa"

L'album in versione cd è già uscito, mentre gli appassionati di vinile dovranno aspettare ancora qualche mese per il doppio LP, che però è già in pre-order.