Electro-Harmonix torna alle origini del Triangle Big Muff

Electro-Harmonix torna alle origini del Triangle Big Muff

Electro-Harmonix sembra averci preso gusto e prosegue nel percorso di rivisitazioni dei Big Muff più amati con la reissue della versione nota come Triangle.

Sulla strada all'insegna della nostalgia, già segnata dalle riedizioni delle versioni Green Russian e Op-Amp, si colloca questa veste odierna del Triangle Big Muff, quello che potremmo definire l'origine della specie della saga del fuzz di casa EHX. Quel nomignolo dovuto alla disposizione dei potenziometri (un triangolo che nella reissue risulta rovesciato rispetto all'originale) ha dato inizio a una leggenda nel segno di tre semplici controlli: Volume, Tone e Sustain, configurazione ovviamente mantenuta nella nuova versione.

Il pedale è una fedele riproduzione del circuito originale del 1969, ma con tutti i vantaggi dell'era moderna. Anzitutto le dimensioni "nano" che si sposano perfettamente con le esigenze di pedaliere compatte e ordinate, contrariamente agli chassis dell'epoca che possono risultare assai ingombranti. Un altro aspetto sicuramente apprezzabile è la presenza del LED di attività, e per i fanatici della cura del segnale la riedizione è progettata in True bypass.

Come si può facilmente notare, il look del pedale si rifà palesemente a quello dell'originale, mantenendo gli stessi caratteri della scritta sul moderno e resistente chassis. 

Mike Matthews
, fondatore del brand, ha tenuto a sottolineare come la reissue della prima versione dell'oggetto più caratteristico della casa sia la maniera migliore per festeggiare i cinquant'anni di attività di Electro-Harmonix, che cadono proprio nell'anno in corso.

Per tutti i dettagli sul prodotto si consiglia di fare riferimento al sito web EHX.


Commenta