Tutto iniziò quando a metà degli anni '50 Laurits Th. Larsen nacque in un piccolo paese vicino Odense, sull'Isola di Fiona in Danimarca. Larsen fin da piccolo manifestò il proprio interesse per la musica, dopo essersi iscritto al corso di studi per violino al Conservatorio partì per un viaggio formativo alla v ...
La tragica situazione greca è argomento di discussione ormai da tempo, negli ultimi giorni tutto ha preso pieghe differenti a causa di eventi di grande portata per l'ambito non più solo economico ma anche culturale del paese. Ormai in ginocchio da tempo il popolo greco ancora lotta strenuamente per sopravvivere ad un ...
Oggi esce per ATMA la nuova registrazione di Janina Fialowska, "Liszt Recital". Dopo l'acclamato album di Chopin dello scorso anno la pianista polacco-canadese ritorna per la prima volta sul repertorio di Liszt dopo il recupero dal cancro. La registrazione vorrebbe sottolineare il lirismo del compositore e il virtuosis ...
Come abbiamo visto nelle puntate precedenti, all'inizio degli anni Venti il continente americano ferveva di un'isteria musicale senza pari; non solo l'atteggiamento dei musicisti e compositori si rivolse alla ricerca di un'immagine musicale per rappresentare tanta frenesia, anche il pubblico mutò il proprio ascolto in ...
Dopo aver spostato la nostra attenzione sul suolo americano è giusto dare spazio a quella che sarà sicuramente una delle novità più importanti per quanto riguarda la concezione della produzione musicale a livello internazionale, soprattutto tenendo sempre a mente il ruolo centrale fra le potenze mondiali che gli U. ...
Dopo aver esplorato l'Europa centrale nei luoghi musicalmente più caldi d'inizio '900, la nostra storia si è spostata per un buon periodo verso est, passando per Ungheria, Repubblica Ceca e approdando infine in Russia. Dopo una lunga sosta in casa di Sostakovic e Prokof'ev è arrivato il momento di preparare i bagagl ...
Come spesso accade fra grandi personalità anche Prokof’ev e Sostakovic non si compresero mai del tutto, il punto di contatto fra un nevrotico ossessivo (il secondo) ed un egocentrico pragmatico (il primo) era davvero arduo da rintracciare. I due giganti della musica russa del '900 lavorarono su vie distanti, recipro ...
Non ci sono dubbi riguardo l'affare Šostakovič, fu uno dei più feroci attacchi del regime ai compositori sovietici, nell'oscurare la luce di uno fra i più importanti esponenti si stabiliva una linea di confine molto chiara e invalicabile. Šostakovič dal canto suo si sentì in dovere di reagire ad ogni costo alla ...
Le parole sono spesso maschere di pensieri complessi e intricati, nervosi spasmi di slanci troppo violenti e solitari per poter essere rivelati così come concepiti; quella di Dmitrij Šostakovič è stata figura capace di destare importanti scatti d'ira fra colleghi, collaboratori ed amici, uomo dalla nevrosi impossib ...
Ricominciare a vivere come si era soliti fare prima dell'arrivo della "Sacre du printemps" fu decisamente impresa ardua per tutti gli spettatori e compositori che assistettero alla sua prima rappresentazione al Théâtre des Champs-Élysées; il successo e l'esplosione della "Sagra" dovettero sembrare difficilmente egu ...
Abbiamo visto precedentemente come il genere operistico divenne la manifestazione musicale prediletta dal realismo socialista, ma non fu certo l'unica via espressiva per i musicisti e compositori russi del 900; una forma musicale e d'arte visuale, fra le altre, venne presto insignita dell'ardua missione di supportare l ...
Il pungente freddo russo accompagna anche questa nuova tappa del nostro viaggio, in cui, dopo aver cercato di inquadrare storicamente le sorti della musica in relazione alla vita dell’Unione Sovietica, ci addentriamo maggiormente nelle forme attraverso cui la produzione russa si è manifestata. La matassa che divide ...
Nelle precedenti pagine di questo lungo percorso, abbiamo datato al 1907 il primo e fondamentale viaggio di Bartók alla ricerca del tratto musicale popolare; i Carpazi Orientali furono la scintilla che fece maturare nel compositore la consapevolezza della via da percorrere, è questo il motivo per cui possiamo riprend ...
Il nostro racconto sposta la sua ambientazione in una terra le cui leggende hanno conquistato i lettori di tutto il globo, grandi e piccini; scaturite dalla nebbia e dalla foschia che ricopre il manto d’erba delle tante vallate, le storie di queste lande hanno dato linfa vitale ad alcuni dei più grandi scrittori che ...
Fin dall'inizio di questo nostro percorso abbiamo visto come il XX secolo, ed i suoi albori in particolare, siano stati momenti di frattura e divisione con la concezione musicale data da tempo per consolidata. È un nuotare verso acque inedite e pericolose il leitmotiv dei protagonisti di questa nostra affascinante sto ...
Le vie della Parigi d’inizio Novecento sono cosparse di polvere d’arte, vie nelle quali Hemingway incontrò Gertrude Stein ed Ezra Pound. In quella stessa Parigi muoveva i primi passi un altro grande esponente dell’arte d’inizio secolo, Erik Satie. Precursore indiscusso di quella che sarà poi l’avanguardia m ...
Il discorso musicale avviato da Debussy e la sua ricerca di un nuovo linguaggio e di una nuova grammatica per la partitura, aprirono strade inaspettate. La scena parigina d’inizio Novecento, si presentava radicalmente diversa da quello che era stato l’ambiente in cui aveva esordito Debussy solo pochi anni prima. L ...
Fin dalle primissime righe di questo viaggio s’è messo in chiaro come nel corso del Novecento il concetto di opera musicale, comunemente inteso come “opera teatrale in musica” (Carmen, Nabucco, La Bohème o Guglielmo Tell), andrà progressivamente svanendo per mutare in qualcosa di diverso. Nel periodo d’attiv ...
Potrà sembrare strano ma per trovare un inizio al Novecento musicale è necessario portare indietro il calendario alla sera del 10 giugno 1865, nel bel mezzo dell'Ottocento, pochi anni dopo la nascita del Regno d'Italia e proprio mentre Bismarck si faceva largo nella politica germanica ponendo le basi per uno dei feno ...
In ogni storia ci sono personaggi più sfortunati d’altri, non esiste una regola a determinare questa condizione, accade e non potrebbe essere altrimenti. Nel corso della storia del teatro musicale c’è un nome fra gli italiani che spesso desta occhiate confuse e sguardi pensierosi. Parlare di Giuseppe Verdi o Gioa ...
Incontri didattici sugli studi di batteria di Gary Chaffee
Dave Smith presenta il nuovo Sequential Pro 3
Yamaha veste di bianco i diffusori per il NAMM 2020

Arriva il biopic su Bernstein con Bradley Cooper
Il suono e il look Gretsch per tutte le tasche

Luca Francioso e un viaggio su chitarra baritona