I colori nascosti delle recenti Fender Custom Shop

I colori nascosti delle recenti Fender Custom Shop

Diamo inizio oggi a una serie di appuntamenti video che vi terranno compagnia ogni giovedì, in collaborazione con lo storico negozio di strumenti musicali Tomassone, nato a Bologna decenni or sono dalla grande passione di Sergio Tomassone e oggi punto di riferimento per i musicisti di tutta Italia grazie anche all'apertura di un altro prestigioso punto vendita a Roma.
Guidati dall'esperienza di Davide e Gianpaolo Tomassone, ci addentreremo alla scoperta di alcuni tra i migliori marchi e modelli di chitarre presenti nel loro negozio, iniziando da un grande classico: Fender, la Stratocaster e uno degli ultimi modelli nati nel loro Custom Shop.

Da tempo il CS di Fender si è reso conto che nonostante la produzione di modelli di grande pregio, le caratteristiche totalmente vintage di molte delle sue chitarre andavano a soddisfare più gli occhi che "le mani" dei chitarristi odierni. Per cui, molti nuovi modelli mantengono sì le caratteristiche della vecchia scuola, ma ne aggiungono altre più moderne, che non intaccano l'estetica ma migliorano sensibilmente la suonabilità.

È proprio il caso delle '63 prese in esame nel video di oggi, dotate di un pickup dal suono più robusto al ponte, di un manico più scorrevole e con tasti che non siano quelli eccessivamente piccoli degli anni '60, ma allo stesso tempo proprio a quel decennio va l'ispirazione generale, a partire dalla tipica verniciatura da vecchia auto americana che è addirittura doppia in questo caso, il che aggiunge un guizzo di creatività al classico stile relic.

Buona visione e da oggi segnatevi questo appuntamento video, ogni giovedì per scoprire le chitarre più belle del 2018!


Commenta