Come si regola il capotasto della chitarra

Come si regola il capotasto della chitarra

Oggi esaminiamo una delle lavorazioni che richiedono maggiore precisione su uno strumento, chitarra o basso che sia: la regolazione del capotasto.

Bisogna stare molto attenti nel ricavare le giuste sedi per le corde su un capotasto. Innanzitutto, devono essere adatte ad accogliere la scalatura di corde che preferiamo, se sono troppo strette rischiamo (come spesso accade) che le corde restino "impiccate" dopo ogni bending.
D'altronde, non devono essere troppo larghe e, soprattutto, non troppo scavate in basso, perché se si esce dagli stretti confini imposti dallo strumento, non ci sarà altra soluzione che buttare via il capotasto e rifarne uno da zero.

Quindi, come sempre, se avete uno strumento di non troppo pregio, potete intanto iniziare a fare esperienza da soli, considerando un errore non così grave dal punto di vista economico e dell'originalità dello strumento. Se invece avete bisogno di un intervento su una chitarra o un basso costoso e siete alle prime armi, forse non è una cattiva idea affidarsi a un professionista, ad esempio uno della rete GTR Doc, promossa da Music Gallery e di cui il buon Max Pontrelli di Cris Music, protagonista del video di oggi, fa parte.

Proprio con il suo aiuto oggi vediamo passo dopo passo come regolare alla perfezione il capotasto, facendo uso dell'utilissimo Groobar così da non rischiare che ci scappi la mano...

Max Pontrelli di Cris Music è uno dei liutai professionisti selezionati da Music Gallery per il suddetto progetto GTR Doc, che raggruppa liutai e negozi in varie parti d'Italia pronti a fornire assistenza, manutenzione e personalizzazione dei nostri strumenti.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale GTR Doc.


Commenta