Ti consiglio un disco: il punk made in USA, quello vero!

Ti consiglio un disco: il punk made in USA, quello vero!

Il punk, quanta difficoltà si incontra spesso parlando di questo genere musicale. Troppo spesso relegato in un angolo, considerato un placebo per giovanissimi ribelli e sin troppo ingiustamente catalogato sul metro delle abilità tecniche (quasi mai di rilievo) dei musicisti.
Pur tuttavia, coloro che invece hanno deciso di investigare un po' di più sul background culturale che lo circonda, sanno bene che dietro all'esplosione punk della seconda metà degli anni '70 (e seguenti) c'è un mondo complesso ed eterogeneo e luoghi frequentati da artisti molto diversi che sono oggi considerati pietre miliari dell'evoluzione musicale del rock.

Oggi ascoltiamo una band irriverente, com'è giusto, ma che nel 1977 fu il controaltare dei Sex Pistols inglesi.  
Piccolo consiglio: non pensiate che le cose accadano per caso o improvvisamente in un solo anno. Chi conosce gli MC5, i The Stooges e tante altre band (si potrebbe anche andare più indietro nel tempo) sa bene che il punk, nelle vene di certi musicisti, ha radici ben più lunghe di ciò che appare in superficie...


Commenta