IK Multimedia iRig Acoustic Stage video test

IK Multimedia iRig Acoustic Stage video test

Siamo riusciti ad avere un esemplare in anteprima della versione da palco del mini-mic presentato qualche mese fa come complemento dell'app Amplitube Acoustic per chitarra acustica. In questo nuovo stadio della sua evoluzione, il simpatico e pratico microfonino a forma di plettro acquista un vero e proprio preamplificatore, un oggetto abbastanza leggero e compatto da essere agganciato alla cintura o alla tracolla dello strumento. E la qualità parla da sé...

IK Multimedia iRig Acoustic Stage video test

Ce ne siamo accorti quando abbiamo provato il sistema IK assieme all'ineffabile GuitArmando Serafini su un'acustica Guild di fascia media opportunamente localizzata nella redazione di MusicOff.
La tecnologia MEMS è la stessa studiata per produrre microfoni di dimensioni ridottissime come quelli nascosti nei nostri smart-phone, ma un microfono - a prescindere dalla qualità - non è abbastanza "intelligente" da comprendere come tradurre al meglio il suono che gli si presenta davanti. Per evitare problemi nell'amplificazione è quasi sempre necessaria una scelta, un intervento che varia da strumento a strumento. Anche in questo caso la carta vincente di IK è quella di un attento studio per ottimizzare la risposta del microfono sfruttando circuiti digitali, DSP tarati chirurgicamente.
Il nuovo preamplificatore iRig Acoustic Stage va a completare il microfono offrendo al musicista tutto ciò che gli serve per amplificare lo strumento e si pone l'obiettivo di restituire un suono naturale, tridimensionale, privo della colorazione e del carattere comuni ai diffusi trasduttori piezoelettrici.

Premesso che il "buongiorno" si vede già dal mattino e cioè dall'elegante astuccio della confezione che racchiude preamp e microfonino, la praticità è tutta nelle dimensioni, nel peso irrisorio, nella velocità e facilità con cui si arriva a sfruttare le varie funzioni.
Una volta agganciato il microfonino alla buca dello strumento (unico limite quello dello spessore della tavola, che non può essere eccessivo) lo colleghiamo al preamp e lo accendiamo.
L'alimentazione è garantita da 2 batterie AA "stilo", garantite per un funzionamento di molte ore.
L'apposita clip agganciabile sul retro dell'oggetto ci permette di tenerlo in cintura o anche attaccato alla tracolla, se presente.
Collegando l'output a un mixer o cassa amplificata esterna è subito percepibile la qualità microfonica dell'oggetto. Il suono della chitarra è credibile e naturale, arioso e con una piacevole risposta dinamica.
Basta scorrere i vari preset per trovare senza problemi un suono base gradevole. La scelta è fra tre modalità - Natural, Warm e Bright - per acustica steel string, ma proseguendo la selezione si passa ad altrettanti preset studiati per le chitarre con corde di nylon. In tutto, quindi, sei tipologie timbriche da sperimentare sul proprio strumento.
Molto utile la manopola di volume a scomparsa, in modo da nasconderne la sporgenza una volta regolata per evitare modifiche involontarie.

IK Multimedia iRig Acoustic Stage video test

Ma non finisce qui. Lo step che fa la differenza è quello della taratura del circuito sullo strumento specifico. Il processo di calibratura inizia tenendo premuto il tasto Tone per oltre 2 sec, finché non inizia a lampeggiare. A questo punto si tratta di eseguire uno strumming delle sei corde spostandosi gradualmente da 0 (corde a vuoto) fino al 12° tasto con un barrè ascendente un tasto per volta... La dinamica che utilizzeremo nell'eseguire questa operazione sarà letta dal DSP e memorizzata come riferimento.
Alla fine si conclude premendo di nuovo il pulsante Tone, che passa da rosso a verde. E le cose cambiano davvero. Il suono della chitarra è migliore, più vicino alla realtà acustica dello strumento.
L'effetto "microfonatura" è ancora più chiaro.

IK Multimedia iRig Acoustic Stage video test

Se esiste un sistema di amplificazione già montato sullo strumento, ora vale la pena di provare cosa succede mettendolo assieme al nostro nuovo compagno di giochi. Con un cavo colleghiamo l'uscita della chitarra all'input Aux del preamp e con il miscelatore dedicato sperimentiamo la differenza fra suono del pickup e quello del microfono, cercando il mix più opportuno per le nostre orecchie.
Sarà utile verificare se il rapporto fra i due segnali sommati produce qualche problema di fase e, in caso, variarla con l'apposito phase switch laterale.

IK Multimedia iRig Acoustic Stage video test

Abbiamo trovato il "nostro" suono, ma questo non ci permette di stare abbastanza vicini al monitor del palco o all'amplificatore senza provocare fastidiosi ululati? Nessun problema. La funzione Cancel Feedback già incontrata in Amplitube Acoustic è qui presente e ancora più chiara ed efficace. Basta premere l'apposito bottone perché il circuito interno riconosca la frequenza incriminata e agisca fulmineamente applicando un taglio abbastanza deciso da "uccidere" il feedback ma sufficientemente circoscritto e preciso da non modificare la qualità del suono e la timbrica.
Ripetiamo lo stesso procedimento per ognuna delle frequenze che mettono in pericolo la nostra performance fino a un massimo di 10.
Difficile non arrivare a un buon risultato con tanto ben di Dio.
Il processo di addormentamento sistematico delle frequenze pericolose è un'arte che si apprende con la pratica. Si tratta di osare esponendo lo strumento volontariamente al pericolo per portare allo scoperto i lati deboli e permettere al sistema di intervenire e mettere in sicurezza la performance.

IK Multimedia iRig Acoustic Stage video test

Siamo rimasti francamente stupiti dalla qualità del suono amplificato utilizzando questo comodo sistema e anche in registrazione, dritti nella scheda audio del nostro laptop, la dinamica e il respiro normalmente ottenuti solo con un microfono esterno sono chiari ed evidenti.
Oltre alle cose suonate in video, abbiamo anche testato il microfono su altri tipi di chitarre e strumenti a corda, sempre con notevoli risultati. Pur essendo catalogati in due categorie precise, steel string e nylon, i sei preset vanno sperimentati senza preconcetti per trovare quello che si adatta meglio allo strumento nella situazione specifica: la stessa chitarra può rendere meglio con un preset diverso su un altro palco o con altra band.

IK Multimedia iRig Acoustic Stage video test

Ah... quasi dimenticavamo di ricordare che iRig Acoustic può essere sfruttato direttamente come interfaccia fra chitarra e computer attraverso la presa USB per registrare o esercitarsi. IK ovviamente indica o fornisce direttamente il tipo di cavo adatto alla connessione con PC, MAC, smartphone e tablet iOS o Android.
E il bello è che - con tutto questo - costa anche relativamente poco.

IK Multimedia iRig Acoustic Stage video test

SPECIFICHE TECNICHE

  • Microfono: high performance MEMS, involucro in gomma morbida elastica
  • Conversione: 32-bit A/D, 32-bit D/A
  • Sampling Rate: 48 kHz
  • Alimentazione: batterie (2xAA)
  • Autonomia batterie: circa 12 ore di uso continuato con batterie alcaline e 15 ore con ricaricabili di alta qualità (Ni-MH AA - 2000 mAh minimo)
  • Risposta in frequenza: 30 Hz - 20 kHz
  • Rapporto segnale-rumore: 101 dB(A)
  • Microphone Input
: connessione 2,5mm TS Jack
  • Aux Input: connessione sbilanciata, TS 1/4" Jack. Tip: segnale/Shield: ground

  • Aux Input impedenza: 11kOhm (solo strumenti attivi)
  • Line Output: connessione sbilanciata, TS 1/4" Jack. Tip: segnale/Shield: ground

  • Line Output impedenza: 50Ohm (permette l'uso di cavi lunghi senza alcuna perdita di qualità)
  • USB I/O: 1x Micro-USB di tipo B. USB class compliant audio output (48kHz/24bit)

Per maggiori informazioni:

IK Multimedia
Mogar Music

Tags


Autore


Stefano Tavernese

Storico collaboratore e infine anche direttore della trentennale rivista Chitarre, giornalista e ottimo musicista polistrumentista con un dichiarato amore per la chitarra & affini.