Ciro Manna suona il suo DV Mark Micro 50 CMT

Ciro Manna suona il suo DV Mark Micro 50 CMT

Ciro Manna ci regala oggi un video dedicato al suo amplificatore per chitarra signature DV Mark, in cui poter sentire i suoi suoni preferiti e tutte le potenzialità di questo piccolo, leggero e, non meno importante, abbordabile ampli.

Ciro Manna è uno dei più apprezzati musicisti italiani e la sua bravura sulla chitarra è oramai stata notata anche da artisti molto importanti d'oltreoceano, tanto che nel momento in cui scriviamo si trova impegnato nel tour mondiale insieme al mitico Richard Bona, bassista/cantante/compositore (ecc. ecc.) della scuderia dell'immenso Quincy Jones che lo ha definito "one of the most talented dudes on this planet".
E se Bona ha scelto Ciro come sua chitarra solista, c'è un preciso filo conduttore che corre su una sola parola: talento!

Ciro Manna non è solo un musicista in giro per il mondo, oggi con Bona e domani con Gambale, Timmons, Caron e altre star, ma è anche attivissimo nel Bel Paese grazie alle sue partecipazioni a molte trasmissioni televisive, grandi show in piazze assai importanti (spesso accanto al Maestro Giuseppe Vessicchio), suoi stessi concerti in cui esegue i brani di sua composizione, nonché l'attività didattica che svolge da anni nella sua terra natìa casertana e via web. 
Il che vuol dire avere tutta una serie di situazioni cui far fronte, live e in studio, per cui serve un amplificatore che abbia il "suo" suono ma anche una versatilità estrema per quelle che sono le richieste delle varie produzioni e, non ultimo, che sia facilmente trasportabile durante i numerosi viaggi.

Ed ecco che da queste esigenze e dal lavoro con il team di DV Mark è nato il suo Micro 50 CMT.

L'amplificatore, già disponibile da qualche tempo nei negozi, è un 50 watt (su 8 Ohm, 60 watt su 4 Ohm) con tecnologia ibrida valvolare/transistor: vede infatti nella sezione preamplificatrice una valvola 6250, di dimensioni "micro" ma dall'indubbio effetto sul suono, che è in tal modo reso molto dinamico e portato in saturazione con il necessario calore.
Il finale è invece sviluppato su tecnologia MPT (Mark Proprietary Technology).

I canali a disposizione sono due e ognuno può ovviamente essere portato in overdrive. Il primo canale è quello che offre un suono pulito di partenza, che poi può essere gradualmente reso più sporco secondo le necessità.

Poi c'è il canale Lead, che è esattamente creato per suoni più aggressivi ma con tutta l'eleganza cui chi conosce Ciro Manna è abituato anche solo a immaginare. Un suono rock che sa però essere anche "smooth" come direbbero gli inglesi, di impatto sulle ritmiche ma setoso sugli assoli.
Il tutto mantenendo una dinamica al tocco ampia e soprattutto un attacco veloce, aspetto fondamentale per lo stesso Ciro.

Tanto per non farsi mancare niente e nonostante le piccole dimensioni (e peso, meno di 2 kg!), che ne fanno un amp "tascabile" (cioé da tenere comodamente nella tasca grande di una custodia per chitarra), incorpora anche un utile riverbero, il send-return per gli effetti e multieffetti digitali, un'uscita per le cuffie fondamentale per studiare o scaldarsi nel pre-concerto e un input ausiliario al quale poter collegare un lettore Mp3 o altro device e suonare con le proprie backing track.

E se viaggiate oltreoceano? Niente paura, Ciro e Dv Mark hanno previsto anche questo: l'ampli ha un apposito switch per commutare la tensione da 240 a 120V e viceversa secondo gli standard del Paese di riferimento.

Per coloro che finora erano rimasti estasiati ascoltando il suono di Ciro Manna, non può esserci soluzione migliore. A un costo, oltretutto, decisamente alla portata di chiunque.
C'è in effetti un unico neo: le mani non sono comprese. Ci spiace, quelle dovrete mettercele voi!

Per ogni informazione visitate la pagina ufficiale DV Mark.


Commenta