HomeStrumentiTastiere - Test & DemoArturia MatrixBrute, il sintetizzatore analogico sul banco di prova

Arturia MatrixBrute, il sintetizzatore analogico sul banco di prova

Il prossimo video test che pubblicheremo riguarderà il DrumBrute, che già vediamo in questo video; per tutte le informazioni su MatrixBrute e tutti i prodotti Arturia fate riferimento al sito web di MidiWare, distributore ufficiale del marchio.

Il marchio francese Arturia si è guadagnato dai primi anni duemila ad oggi un grande rispetto tra i musicisti professionisti e amatori appassionati di strumenti a tastiera elettronici, soprattutto di tutta quella branca che ancora vuol vivere, e come dargli torto, dei suoni analogici di vecchia data, con tutto il loro calore e la loro potenza, ben documentata in migliaia di produzioni musicali di decenni or sono (ma anche molti album moderni).

Arriva quindi Arturia MatrixBrute, che è figlio dell’esperienza già maturata con MiniBrute e MicroBrute. In questo progetto gli ingegneri del brand si sono messi d’impegno a creare un sintetizzatore analogico estremamente completo, con 3 oscillatori Brute (2 VCO Analog + 1 Analog/Linear VCO/LFO), filtri Ladder e Steiner-Parker (12/24 dB per ottava), 3 inviluppi, Noise Generator, 2 LFO, 5 effetti analogici e una matrice di modulazione estremamente performante. 

Ma, soprattutto, si sono concentrati sul suono, che oggi ascoltiamo grazie all’aiuto del musicista professionista e amico di MusicOff Luciano Zanoni.

Le timbriche del MatrixBrute, come premesso, vengono da un core analogico. Per rispettare questa impostazione, anche gli effetti selezionabili sono analogici al 100%. Troviamo quindi on board riverbero, delay e chorus, nonché un arpeggiatore e un sequencer a step (SEQ, 64 step per sequenza).
Le possibilità creative sono pressoché infinite, sia grazie alla manipolazione totale della propria palette di suoni e del sound routing, sia alle generose connessioni (MIDI, Gate I/O, USB, ecc.) per device esterni con l’ovvia possibilità di sincronizzare perfettamente le macchine. 

La comodità del playing è assicurata dalla tastiera “Synth Action” a 49 tasti con Aftertouch.

Arturia MatrixBrute, il sintetizzatore analogico sul banco di prova

Se il suono è analogico, ciò non esclude che la natura modulare del synth possa avvalersi di 256 preset per salvare e richiamare i nostri suoni in modo immediato. La generosa matrice posta sul pannello offre 16 sorgenti e 16 destinazioni ed è impiegabile sui preset, sul sequencer e per controllare gli effetti.

Arturia MatrixBrute, il sintetizzatore analogico sul banco di prova

Il prossimo video test che pubblicheremo riguarderà il DrumBrute, che già vediamo in questo video; per tutte le informazioni su MatrixBrute e tutti i prodotti Arturia fate riferimento al sito web di MidiWare, distributore ufficiale del marchio.

Arturia MatrixBrute, il sintetizzatore analogico sul banco di prova

Promuovi la cultura e goditi contenuti esclusivi

Musicoff Patreon

Instagram

Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.

MUSICOFF NETWORK

Musicoff Discord Community Musicoff Channel on YouTube Musicoff Channel on Twitch Musicoff Channel on Facebook Musicoff Channel on Instagram Musicoff Channel on Twitter