HomeStrumentiChitarra - NewsStrymon NightSky, evoluto riverbero con step sequencer

Strymon NightSky, evoluto riverbero con step sequencer

Strymon decide di riscrivere il suo modo di realizzare i riverberi con una macchina molto particolare e non esclusivamente "chitarristica".

Strymon decide di riscrivere il suo modo di realizzare i riverberi con una macchina molto particolare e non esclusivamente “chitarristica”.

In questo periodo i riverberi stanno tornando quasi di “moda” come abbiamo visto nelle ultime news inerenti agli stompbox digitali, e oggi è il turno di Strymon che ha presentato una novità molto interessante, il NightSky.

Il Nightsky è un riverbero con uno step sequencer annesso, cosa non molto comune negli effetti per chitarra, di solito si poteva vedere su qualche effetto di modulazione (esempio banale è il Pulsar di Electro Harmonix) ma oggi lo vediamo applicato a questo effetto d’ambiente che si porta dietro unl form factor in stile Strymon Volante.

strymon nightsky

Il complesso pedale si suddivide in 5 sezioni differenti per il controllo del segnale, che vengono così suddivise:

  • Mix
  • Mod
  • Tone
  • Voice
  • Decay
strymon nightsky

La prima, come si evince dal nome, permette di gestire il livello del nostro segnale diretto (dry) con quello riverberato (reverb), più gestibile rispetto a un semplice controllo di mix in un unico pomello, permettendo una regolazione più fine.

La sezione Mod, che ovviamente si intende per modulazione, presenta i classici controlli di Speed e Depth (di cui il primo varia dai 16 secondi fino agli 0,08 secondi mentre il secondo è la quantità di modulazione).
Molto interessante è il selettore che ci permette di decidere dove applicare la modulazione, se al riverbero o al Pitch o al filtro High Cut.
Abbiamo poi il selettore di forma d’onda (come avviene sia sui synth che su alcuni delay con modulazione) che ci permette di avere una modulazione sinusoidale fino a un’onda a dente di sega, passando per tutte le classiche forme.

Per la sezione Tone, abbiamo due filtri che effettuano il Low Cut e l’High Cut con due opzioni selezionabili: regen, che rimuove le alte frequenze dal nucleo rigenerante, creando un riverbero che diventa più scuro quando decade, mentre l’altra applica un filtro passa-basso con picco in stile synth all’uscita del riverbero per modellare selettivamente il contenuto della frequenza.

La parte che comincia a essere davvero interessante è quella che parla del Decay.
Abbiamo quattro controlli suddivisi in due potenziometri e due selettori a 3 vie, il primo potenziometro controlla la lunghezza del decadimento del riverbero, poi abbiamo le textures che permettono di selezionare tre “tipologie” di riverbero: 

  • Sparse: riverbero dal suono granulare che può creare effetti interessanti con suoni molto staccati tra loro o produrre un riverbero pulito con suoni sostenuti 
  • Dense: riverbero simile a un plate con una risposta veloce e riflessioni dense che può avventurarsi nel mondo dei riverberi con tempi di decadimento più elevati
  • Diffuse: riverbero dalla forte atmosfera a diffusione lenta, ideale per suoni ambient e reverse

Il terzo controllo è invece dedicato al size e al pitch che come il precedente presenta un selettore a tre modalità che permette di gestire la quantizzazione, così impostato:

  • Smooth: SIZE / PITCH varia in modo uniforme e continuo su un intervallo di intonazione di 2,5 ottave.
  • Half Step: SIZE / PITCH viene quantizzato in intervalli di mezzo passo su una gamma di due ottave.
  • Scale: SIZE / PITCH è quantizzato in scale selezionabili su un intervallo di due ottave

Ultimo ma non certo meno importante è il controllo del Voice, che permette la gestione di tutta la parte di Shimmer del riverbero, permettendo di controllare le ottave, dove inserire il drive (se prima o dopo il riverbero) per aggiungere armoniche, gestire le armoniche sullo spettro del riverbero attraverso il controllo di glimmer (se per le basse o per le alte frequenze) e che tipo di Shimmer si preferisce utilizzare, se rigenerativo o meno.

Nella parte dei footswitch abbiamo invece la gestione dello step sequencer, che ci permette di attivare sugli step che noi preferiamo, per poter così ottenere un riverbero “ritmico” in base al brano che dobbiamo fare e per l’effetto che dobbiamo ottenere, ma se usati in modalità preset rappresentano i 16 preset che possiamo richiamare.

Il pedale, inoltre, ha entrate e uscite stereo, controllo MIDI completo, connessione USB e selettore di impedenza per instrument o line, controllo per pedale di espressione per un controllo dinamico di alcuni valori che possono essere settati dal musicista.

Il NightSky sarà disponibile nei centri autorizzati Strymon a partire da Ottobre. Il prezzo che si aggira online è 489 euro.

Strymon è un marchio distribuito in Italia da Backline

Aggiungi Commento

Click here to post a comment