Federico Malaman condensa in un disco 15 anni di "Life"

Federico Malaman condensa in un disco 15 anni di "Life"

Oggi parliamo di un artista italiano e del suo ultimo lavoro in studio: Federico Malaman e il suo disco Life.

Questo ultimo album arriva dopo ben 14 anni dal primo disco solista, nel frattempo Federico ha avuto modo di confrontarsi con svariati stili e linguaggi musicali attraverso molteplici collaborazioni. Lo stesso Malaman nel raccontare questo disco parla di una nuova maturità musicale e dell'esigenza di doverla raccontare, ovviamente in Musica.

Il disco raccoglie brani totalmente inediti e altri scritti e registrati in precedenza, ma riarrangiati in una nuova veste e con un nuovo modo di concepire il proprio strumento, il basso elettrico.

Il primo brano "Sevenandsix" come dice il nome stesso è l'ideale per chi ama tempi irregolari, così come "Slappyness" indica un trionfo di tecnica slap.
Come dice Federico, è un omaggio a uno dei suoi bassisti preferiti, Marcus Miller.

"Song for Marco" è una bellissima ballata dedicata al fratello Marco, il brano è splendidamente arricchito dai vocalizzi di Nicki Gonzalez, cantante professionista originaria di Washington, DC .

"Downpour" è un brano in pieno stile jazz scritto da Michele Polga ma è qui rivisitato in una veste decisamente funk, le cui scintille si acquietano nella successiva "Love Mood", come da titolo il brano più romantico dell'album, costellato da temi dolci e un'armonia ben articolata .

Tango assimetrico" è davvero un pezzo molto particolare (anche qui il titolo ne è un indizio) ed ospita il bellissimo il solo di sax di Marco Scipione.

Arriviamo quindi a "Life", cioé la titletrack, un brano che è un omaggio alla vita e agli "alti e bassi" che la scandiscono. In questo caso, il ritmo vitale viene scandito dai tempi irregolari, che danno un senso di sbandamento, un po' come dopo un paio di buone birre sorseggiate per festeggiare (o per dimenticare…).

"Afrofred" è un brano con molto groove e anche qui la parte slap di Federico viene a galla; "Uncle Joe" è+ dedicata a un altro degli idoli di Federico, Joe Zawinul, il mago del Jazz Rock.

Chiude il disco "Thank you mr. JC" e chiaramente con JC si sottointende un altro mito assoluto del basso elettrico Jaco Pastorius.

Hanno collaborato alla realizzazione del disco degli straordinari musicisti che meritano d'essere menzionati: Valerio de Paola si è occupato delle chitarre, Nicolas Viccaro ha suonato le batterie, Fabio Valdemarin e Ruslan Sirota hanno suonato le parti di pianoforte e Marco Scipione è l'uomo dietro il sassofono.

Il disco è stato registrato presso il World Music Studio di Pessano con Bornago sotto l'etichetta Setticlavio di Pino Laudadio, pianista, arrangiatore e produttore di vari artisti.

Potete acquistare il disco direttamente dal sito della Setticlavio.


Commenta