Yamaha: una Tour Custom tutta nuova

Yamaha: una Tour Custom tutta nuova

Il brand giapponese ripropone una versione aggiornata di un modello presentato in catalogo oltre 30 anni or sono. La nuova Yamaha Tour Custom è oggi realizzata interamente in acero e offerta in cinque finiture Satin Candy.

Lanciata nel 1984 in sostituzione del modello YD7000, la prima Tour Custom presentava fusti in meranti (mogano delle Filippine) rivestiti di betulla. I fusti odierni sono invece in acero, sei strati incollati tra loro con la tecnica detta Diagonal Seam Shell Contruction, che garantisce la perfetta circolarità del cilindro.
Ogni singolo strato misura 0.8 millimetri, per un totale del fusto di 5.6 millimetri, con taglio dei bordi a 45 gradi.

Yamaha: una Tour Custom tutta nuova

I cerchi, dello spessore di 2.3 millimetri, sono gli Inverted Dyna Hoops, dal bordo che piega verso l'interno del fusto, per un controllo maggiore del suono e una maggiore stabilità dell'accordatura.
I blocchetti singoli montati sui tom sono gli small lugs di dimensioni assai ridotte, fissati al fusto tramite un'unica vite. Il sistema di sospensione dei rack tom è l'ormai classico YESS, il timpano, a terra, è dotato di tre zampe e le pelli in dotazione sono marcate Remo.
Le cinque nuove finiture Satin Candy disponibili sono denominate rispettivamente Butterscotch, Caramel, Candy Apple Red, Chocolate e Black Liquorice.

Yamaha Tour Custom è un set destinato al settore medio del mercato, uno strumento versatile in grado di offrire ottime prestazioni a un prezzo contenuto.
Le batterie Yamaha sono distribuite in Italia dal ramo nazionale di Yamaha Music.