Un'intera settimana di eventi per Lucio Dalla

Un'intera settimana di eventi per Lucio Dalla

Sembra ieri, eppure sono già passati ben 5 anni dalla morte del grande cantautore italiano Lucio Dalla. Cinque da quel primo marzo del 2012 in cui si spense, a causa di un infarto, in un hotel di Montreux, il giorno dopo essersi esibito in concerto nella stessa cittadina svizzera. A soli 3 giorni dal suo compleanno, 69 anni a partire da quella data, 4/3/1943, celebrata anche in una delle sue più famose canzoni.

La reazione della "sua" Bologna ce la ricordiamo tutti, con interminabili file di persone a rendere l'ultimo omaggio all'artista deceduto, con tantissimi suoi illustri colleghi accodati insieme agli altri, un giorno in cui tutti diventavano pari davanti a quell'uno per cui piangevano.

Ebbene, Bologna non si è certo dimenticata del suo figliol prodigo e ha deciso di celebrarlo con un'intera settimana di eventi a lui dedicati.
Tutto è iniziato oggi mercoledì 1° marzo con la messa nella basilica di San Domenico, tenuta da padre Boschi (ultimo confessore vicino a Dalla).

Sempre oggi al Teatro Il Celebrazioni verrà interpretato lo spettacolo "E forse fu per gioco, forse per amore", uno show che è una via di mezzo tra rappresentazione teatrale e concerto, con musiche curate da Dallabanda, la band che vede protagonisti alcuni dei musicisti che hanno suonato con il cantautore bolognese.

Domani ci sarà l'apertura delle visite "A casa di Lucio va in città", organizzate dalla Fondazione Dalla e altri partner.
Sei visite guidate per 3 giorni, capitanate dai giornalisti Ernesto Assante, Gino Castaldo, Marco Marozzi, Emilio Marrese, Pierfrancesco Pacoda e Giorgio Comaschi, che ripercorreranno tutti i luoghi cari al cantautore.

Un'intera settimana di eventi per Lucio Dalla

L'agenzia di eventi bolognese Elastica organizza inoltre 3 serate nella vera e propria casa di Lucio Dalla, sempre a partire da giovedì: verranno coinvolti gli studenti del liceo musicale lui dedicato con una formazione di 18 archi, pianoforte e voce.
In diretta dalla casa ci sarà il sindaco di Bologna, V. Merola, con alcuni ospiti e musicisti. Il tutto verrà trasmesso anche nella piazza antistante la casa, piazza de' Celestini, grazie a un maxi schermo. Sempre in piazza si esibirà il Novensemble Senzaspine.

La seconda serata, il venerdì 3, prevede come ospiti alcuni nomi prestigiosi come Pupi Avati, Rita Pavone e Gabriele Muccino e le canzoni di Dalla verranno interpretate da Enrico Rava e Gaetano Curreri, due punte di diamante della musica italiana.

Sabato 4 sarà invece l'occasione di ascoltare due cantautori delle nuove generazioni: Brunori Sas e Dente. Sempre il 4, al vicino Teatro del Navile, ci sarà l'evento "4 marzo sotto casa di Lucio", cui prenderanno parte Nevruz ed altri artisti che condivideranno canzoni e pensieri dedicati a Dalla.

Infine, dal primo all'8 di marzo i cinema Odeon, Nosadella, Space e Uci Meridiana proietteranno il film "Caro Lucio ti scrivo", diretto da Riccardo Marchesini, diviso in otto episodi che narrano 8 diverse canzoni di Lucio Dalla.


Cover photo by Skene cultura
Licenza Creative Commons