Da Warwick Rockbass un alieno acustico dalla voce ibrida

Da Warwick Rockbass un alieno acustico dalla voce ibrida

Un alieno a due voci: si direbbe il protagonista di un film di fantascienza ma si tratta invece del nuovo modello di basso acustico targato Warwick Rockbass.

Il nuovo arrivato fa parte della linea Alien Acoustic Thinline, la rivisitazione con cassa di spessore minore dei fortunati bassi acustici della casa tedesca. Degli Alien classici, il modello Hybrid riprende quindi gran parte del design, con la tipica buca asimmetrica collocata sulla spalla sinistra del body e alcune di quelle componenti che sono diventate un marchio di fabbrica degli strumenti Warwick.

Corpo in abete (massello per il top, laminato per fondo e fasce) e manico incollato in mogano, abbinato a una tastiera in wenge con 24 tasti in lega nickelsilver, oppure in ebano tigerstripe nelle versioni fretless. La selletta del ponte è in vero osso, immancabile poi il capotasto Just-A-Nut III in tedur® mentre sul body è applicato l'utile poggia-pollice per supportare nel pizzicato.

Da Warwick Rockbass un alieno acustico dalla voce ibrida

Veniamo infine alla ragione del nome Hybrid, dovuta al doppio sistema di pickup installato su questo nuovo modello. Al posto del consueto pickup Fishman si è infatti optato per l'abbinamento tra un classico piezo (inserito sotto alla selletta del ponte) e il Nanomagnetic installato nella tastiera, entrambi prodotti dal marchio Shadow, al pari del preamp con volume, blianciamento e tono per ciascun pickup, oltre all'indispensabile accordatore incorporato.

Disponibile sia a 4 che a 5 corde, il nuovo modello dovrebbe essere lanciato a breve sul mercato e risulta già ordinabile presso alcuni store. Per restare aggiornati sulle tempistiche di rilascio del prodotto suggeriamo come sempre di visitare il sito web del distributore EKO Music Group.


Commenta