Mike Stern e il suo fraseggio sul basso elettrico

Mike Stern e il suo fraseggio sul basso elettrico

Oltre ad essere uno dei maggiori esponenti del suo strumento sia in ambito solistico che compositivo, Mike Stern sviluppò già agli esordi della sua carriera un suono e un fraseggio estremamente personali e originali. 

Se andiamo ad ascoltare le sue prime collaborazioni con Miles Davis ("Man With The Horn", 1981) ci rendiamo conto di come la sua "voce" fosse già matura e riconoscibile, e gli permise di imporsi sulla scena come leader incidendo finora 18 dischi. 

Tra questi è chiaramente impossibile eleggere il migliore, ma a gusto personale posso segnalare Time In Place, Play e These Times. Proprio in quest'ultimo è presente il brano "Last One Down", di estrazione funk-fusion, nel quale suonano Victor Wooten, Vinnie Colaiuta e Bob Franceschini.

Il brano si presenta come un funk modale in Amin, e nel solo si alternano I° e IV°, mentre VI° e V° fungono da cadenza. Nonostante la semicroma sia la figura principale nel solo di chitarra, la dinamica è espressa sia dall'altezza delle frequenze che dall'utilizzo del wah che contiene o esalta la distorsione rendendola aggressiva quando necessario.

Già nelle prime battute troviamo una lunga frase articolata sul modo dorico di La con approcci cromatici e blue note, che risolve sulla 6a maggiore (batt. 3-5).

Più volte all'interno del solo troviamo un pattern caratterizzato dalla ripetizione della 4a come perno per la 6a minore,5a e b5 e lo completa: 

- con un frammento di semitono-tono (batt. 13-14 e batt. 32-34)

- girando semplicemente attorno alla tonica La (batt. 39)

Lo usa anche sul IV° in cui ovviamente assume un altro significato partendo dalla tonica e 3a minore, per poi scendere risolvendo fino alla 9a (batt.19-21).

La cadenza più spettacolare è forse la seguente in cui parte dalla 7a maggiore di La e ripete una frase discendente simile su due ottave, per poi chiudere con un frammento di superlocria di E7 (batt. 25-27).

Usa la tono-semitono di La in terzine, seguita da un pattern che sfrutta la blue note ripetuto su due ottave, per risolvere sulla 3a minore (batt. 34-37) .

>>> Vai all'articolo precedente <<<

Cover Photo by Tore Sætre - CC BY-SA 4.0

Commenta