Prog-Metal power chords & voicings #4

Prog-Metal power chords & voicings #4

Eccoci arrivati alla penultima puntata di questa collana, in cui tratteremo i Power Chord "rivoltati", ossia, triadi che al basso non hanno la tonica ma il loro terzo grado o quinto grado; infatti, il voicing 33 e 34 e 35 sono un tipico accordo con forma D derivante dal C A G E D ma che hanno un terzo grado al posto della tonica sulla corda dal suono più grave.
Questo accordo posto in questo modo dà una bella apertura al suono, così come i voicing dal 36 al 41 che hanno, invece, il quinto grado sulla corda dal suono più grave.
I voicing 38 e 41, inoltre, presentano la caratteristica sonora di avere il terzo grado sostituito con il secondo. Infatti vengono detti "sus2". Questo tipo di voicing è spiegato in questo articolo.

Prestate attenzione ad alcune posizioni molto difficili, poichè richiedono un'apertura della mano un po' eccessiva. Tali voicing avranno un bel suono aperto ma, metteranno a dura prova l'intonazione della vostra chitarra!
Vi rinnovo alcuni consigli:

1. Curate bene l'intonazione dell'accordo.

2. Plettrate decisi, molto, ma non violenti, evitate slabbrature del suono.

3. Evitate di plettare troppo forte sui power chord posti sulla corda E, quella più bassa, poiché il peso stesso della corda, se plettrata forte, vi darà un suono incontrollato.

4. Plettrate tutte le corde che vi servono, nel possibile, come se fosse "una corda sola", questo darà omogeneità al suono!

5. Studiatevi un bel equilibrio di frequenze, mettete il pedale giusto, fate un mix giusto. Fate in modo da "immergere" letteralmente il vostro power chord dentro il vostro brano. Va bene il famoso "V" sound, in cui, con un equalizzatore, scavate le medie e alzate le basse e alte ma, non esagerate, altrimenti sparirete dal mix, oppure il power chord suonerà troppo sottile, scavato e scatolato. Date pienezza con le medie solo leggermente scavate!

Ecco, quindi, i nuovi voicing che vi propongo oggi.

NOTE FINALI

Anche in questo penultimo articolo sono presenti come vedete le tracce audio, le tablature e le foto delle posizioni da poter scaricare! Ci sono le tracce in cui propongo una mia interpretazione e basi libere dove poter suonare tranquillamente le vostre idee.

Spero vi sia di ispirazione per le vostre composizioni! Non mancate per il prossimo, ed ultimo, articolo!

<<< VAI ALLA TERZA PUNTATA

Tags


Autore


Giuseppe Bono

Musicista, ha studiato al Saint Louis College of Music, svolge l’attività di chitarrista e arrangiatore in vari progetti musicali.