Audio-Technica ATH-R70x

Audio-Technica ATH-R70x
Il consolidamento della musica liquida sul mercato costringe oggi in studio ad avere un ascolto di qualità tra le cuffie anche in fase di mix e mastering; Audio-Technica risponde a questa esigenza inserendo al top di gamma della propria linea Professional Studio le ATH-R70x, le prime cuffie "Open-Back" realizzate dal marchio giapponese. Le ATH-R70x presentano diversi elementi inediti, partendo dal raffinato design, frutto della collaborazione tra Audio-Technica e l'agenzia parigina Arro. Un attento studio su materiali quali la resina di carbonio o l'alluminio, impiegati rispettivamente per la struttura e la maglia a nido d'ape applicata nella parte posteriore dei padiglioni auricolari, ha permesso di ottenere un ottimo compromesso in termini di prestazioni, rigidità strutturale e leggerezza.La combinazione di questi materiali ha consentito di ridurre il peso complessivo delle ATH-R70x a soli 210 grammi, inoltre, la presenza del supporto proprietario "3D Wing" e di pad sui padiglioni auricolari in tessuto traspirante, consentono di utilizzare le cuffie giapponesi anche per lunghe sessioni di ascolto in studio senza particolari affaticamenti.Le ATH-R70x sono originali anche in termini di prestazioni sonore, perché i tecnici giapponesi hanno studiato per queste cuffie dei nuovi driver da 45 millimetri, con magneti ad elevata efficienza e un circuito di lega pura, per una minore distorsione e una risposta più estesa, soprattutto alle alte frequenze; inoltre, l'adozione della resina di carbonio nei padiglioni auricolari ha permesso di migliorare altri dettagli fondamentali per l'ascolto in studio, quali la velocità nella risposta ai transienti. Un'altra particolarità delle ATH-R70x è insita negli accessori, perché oltre alla borsa morbida per il trasporto, il cavo staccabile è a doppia uscita, e consente di mantenere il campo stereo corretto indipendentemente dal collegamento effettuato.Riccardo GerbiTutti i prodotti del marchio Audio-Technica sono distribuiti in Italia da Sisme, il cui sito web ufficiale rimane il punto di riferimento primario per ogni sorta d'informazione riguardante la disponibilità dei modelli nel nostro paese.

Commenta