Backline distribuisce in Italia le chitarre Maton

Backline distribuisce in Italia le chitarre Maton

Maton Guitars, le famose chitarre acustiche suonate da Tommy Emmanuel, sono ora distribuite in Italia dall'importatore milanese Backline.

Un'ottima notizia per chi ama il buon suono acustico, da oggi in poi trovare, provare e acquistare uno strumento Maton in negozio sarà più facile grazie all'opera di uno dei distributori più attivi del nostro Bel Paese.
Si tratta di chitarre di altissima liuteria, simbolo di una vera ossessione per i particolari ma soprattutto del suono bello, corposo e armonico, la cui voce gode oltretutto di sistemi di preamplificazione molto famosi e ricercati, disponibili solamente on board su questi strumenti.

In questo campo a Backline l'esperienza non manca, perché per 25 anni ha curato l'importazione delle bellissime Taylor. 
Visto che questo marchio ha deciso da qualche tempo di correre con le sue gambe, il catalogo di Backline stava cercando un nuovo partner di pari livello e la "conquista" di un marchio come Maton non lascia il minimo dubbio sul successo della "missione".

Basti appunto pensare che il principale ambassadro del marchio è addirittura il più importante chitarrista acustico al mondo, il funambolico Tommy Emmanuel, che certo non ha bisogno di presentazioni.
Sono decenni che oramai imbraccia le sue Maton, portandole sempre al limite (ed è a volte ben visibile dal vero aspetto relic!) ma ottenendo sempre un guitar tone senza eguali. Certo, merito delle sue mani, ma a buone mani - checché se ne racconti in leggende metropolitane - si associano sempre ottimi strumenti, perché una cosa aiuta l'altra ad ottenere il massimo nei live e in studio.

Nata nel 1946 in Australia dalla passione di Bill May - come ogni bella storia lavorando nel cortile di casa - Maton Guitars è oggi una salda storia di successo sulla scena mondiale, riuscendo a scalare le classifiche del gusto dei chitarristi addirittura negli Stati Uniti, dove grandi nomi della liuteria acustica certo non sono mai mancati.
La filosofia del suo fondatore è chiara oggi come lo era allora: "Se fai una buona chitarra, la chitarra giusta, la gente la vorrà".

Ma non c'è solo Emmanuel tra i grandi endorser e utilizzatori di queste chitarre, possiamo citare anche John Williamson, The Finn Brothers, Paul Kelly, The Seekers, George Golla, Colin Hay, John Fogerty dei Creedence Clearwater, Jimmy Page dei Led Zeppelin e persino il defunto Beatles George Harrison!

La formula magica di Maton sta nel coniugare un'esperienza liuteristica di altissima raffinatezza con l'utilizzo di tecnologie all'avanguardia: sofisticati strumenti moderni che si uniscono alla più classica manualità artigianale per creare prodotti unici e curati sin nei minimi dettagli.
Tutto questo, unito alla particolarissima scelta dei legni pregiati australiani, ha creato nei decenni un vero e proprio suono "signature" di questo marchio, che si può avere tra le mani solo acquistando uno strumento Maton.

In più non dimentichiamoci che Maton è inventrice e proprietaria del favoloso sistema di preamplificazione AP5, che è senza dubbio uno dei più apprezzati al mondo per il suo suono decisamente realistico e in linea con il timbro naturale dello strumento.
Soprattutto nei live show, questo sistema è praticamente imbattibile ed è un altro componente che potete trovare solo su una chitarra Maton.

Certo, sono chitarre dal costo importante, ma acquistando uno strumento Maton si accede al mondo delle chitarre di fascia più alta, il cui suono ha quella marcia in più rispetto a tutto il resto delle produzioni standard e soprattutto è un oggetto pronto a durare per la vita, built to last direbbero gli inglesi.
Dalle Australian Series, alle Custom Shop, passando per le comode e belle Mini, l'offerta di Maton è ampia e pronta a soddisfare differenti necessità e gusti.

Ultimo ma non per ultimo, ricordiamo che esiste anche una piccola produzione elettrica da parte di Maton, una chitarra signature costruite sulle specifiche di Josh Homme dei QOTSA.

A questo punto non resta che dare un'occhiata al catalogo ora disponibile sul sito ufficiale Backline.


Commenta