HomeMusica e CulturaDischi & LibriI Black Rebel Motorcycle Club continuano a macinare riff

I Black Rebel Motorcycle Club continuano a macinare riff

A 16 anni dagli esordi, i Black Rebel Motorcycle Club sono ancora qui a raccontarcela nel nuovo album. Nulla hanno potuto gli alti e bassi creativi di una carriera simile a un rollercoaster (lo Specter At The Feast uscito nel 2013, comunque, era un buon disco), i cambi di line up (Leah Shapiro al posto di Nick Jago), p

A 16 anni dagli esordi, i Black Rebel Motorcycle Club sono ancora qui a raccontarcela nel nuovo album. Nulla hanno potuto gli alti e bassi creativi di una carriera simile a un rollercoaster (lo Specter At The Feast uscito nel 2013, comunque, era un buon disco), i cambi di line up (Leah Shapiro al posto di Nick Jago), personalità non certo facili da armonizzare.

Black Rebel Motorcycle Club

E i problemi di salute dei musicisti (depressione e fragilità varie, oltre a una malformazione di Arnold-Chiari a cui di recente ha dovuto porre rimedio chirurgicamente la batterista del gruppo): quel basso distorto e quella chitarra elettrica continuano a macinare riff spinosi tra The Jesus & Mary Chain, Brian Jonestown Massacre, punk, psichedelia, wave, shoegaze e blues senza mostrare troppo la corda.

Un suono – qui prodotto da Nick Launay – che è consapevolmente un sistema operativo funzionale ma da aggiornare ogni volta, ovviamente senza stravolgere nulla. E infatti anche Wrong Creatures lavora sui particolari, come in una “Calling Them All Away” con le fattezze di un raga-ambient elettrico sparato nello spazio, in una “Circus Bazooko” con un organetto à la Doors che sorprende non poco, nei contrappunti tra voce e sei corde di una “Question Of Faith” che è psichedelia circolare e riverberata da manuale o in un anthem come “Little Thing Gone Wild.”

I Black Rebel Motorcycle Club continuano a macinare riff

Nulla di particolarmente innovativo, è vero (l’album precedente regalava qualcosina in più), e a volte si coglie qualche défaillance di troppo (“All Rise”), ma il suono regge ancora e l’impegno profuso è evidente.

Fabrizio Zampighi

Promuovi la cultura e goditi contenuti esclusivi

Musicoff Patreon

Instagram

Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.

MUSICOFF NETWORK

Musicoff Discord Community Musicoff Channel on YouTube Musicoff Channel on Twitch Musicoff Channel on Facebook Musicoff Channel on Instagram Musicoff Channel on Twitter