Wagner's Ring in HD al cinema

Wagner's Ring in HD al cinema
Quando Tolkien negli anni '30 iniziò la scrittura di quella magica opera che è il Signore degli Anelli, inevitabilmente sapeva che qualcuno prima di lui era riuscito nell'intento di un'opera a sfondo fantastico, di proporzioni anche più magniloquenti rispetto a quelle che infine avrà il lavoro tolkieniano.
Personaggio discusso senza dubbio, il lato umano lascia ben poca speranza di redenzione, al contrario quello artistico è sicuramente memorabile, intricato, meravigliosamente oscuro. Richard Wagner è senza ombra di dubbio uno dei compositori più conosciuti, anche nella cultura comune, per quanto riguarda l'ambito tedesco.

Il Metropolitan di New York, con la direzione di Levine e Fabio Luisi che si sono divisi equamente le parti, ha deciso di ridare vita all Ring di Wagner nella nuova produzione di Robert Lepage. La Tetralogia nella sua interezza sarà l'evento principale della primavera MET, tramessa in tutti i cinema sul suolo americano e canadese, che vedranno il capolavoro di Wagner prendere nuova vita grazie all'impianto cinematografico in altà qualità. L'oro del Reno, La Valchiria, Sigrfied e Il Crepuscolo degli Dei, andate in scena completamente per la prima volta nel 1876 al teatro di Wagner a Bayreuth, sono poi arrivate alla prima italiana solamente nel 1883 al La Fenice di Venezia. La stesura della saga ha impiegato a Wagner dal 1848 al 1874, con un'interruzione dal 1856 al 1867 per comporre quell'opera stupenda che è il Tristan Und Isolde.La diffusione è in programma per il 7 Maggio prossimo, con il documentario Wagner's Dream come apertura, ed il 14 Maggio la prima dell'Oro del Reno. Brynn Terfel nel ruolo di Wotan e Deborah Voigt nel ruolo di Brünnhilde, sono solo due dei grandissimi cantanti che hanno interpretato questa versione di una piece che ha richiesto ben due anni di preparazione, montaggio e produzione per poter arrivare finalmente nelle sale.
A partire da Giugno e Luglio l'iniziativa approderà in tutto il resto del mondo, o perlomeno la maggior parte, questo perchè alcuni paesi, fra cui il nostro in testa a tutti, ancora non hanno espresso interesse per l'evento.