NUX Loop Core Deluxe Bundle ed è jam col batterista

NUX Loop Core Deluxe Bundle ed è jam col batterista

La versione Deluxe del NUX Loop Core è un potente looper con drum pattern autosincronizzanti con il proprio loop. Ancora meglio con il footswitch NMP-2.

Quando fare un test è puro divertimento… Beh, forse lo è sempre, ma ci sono casi in cui ci si fa letteralmente prendere la mano e non riesci più a smettere. È il caso di questa compattissima loop station, capace di registrare ad alta risoluzione loop con una memoria di ben 8 ore arricchiti da una serie di divertenti drum preset. E li tiene in memoria anche a pedale spento.

Rispetto alla precedente versione, semplicemente Loop Core, ancora disponibile, si guadagnano un paio d'ore in più di memoria totale e, soprattutto, una conversione del segnale portata a 24 bit con livelli di rumore minimi e una risposta in frequenza ottimale di 20Hz-20KHz.
La dotazione di drum pattern (40 preset di cui 10 in ¾) è ancora migliorata nella qualità, con suoni realistici e convincenti, soprattutto sfruttando i due output separati.

Collegandoci, infatti, con due diversi cavi all'amplificatore e al mixer dai rispettivi output, il pedale è in grado di smistare intelligentemente le parti, inviando all'ampli il loop di chitarra e al mixer il pattern di batteria che in questo caso va a beneficiare di un'opportuna compensazione di frequenza.
Una manopolina coassiale permette di regolare separatamente i volumi del loop e della base ritmica.

Non c'è niente come suonare, esercitarsi, divertirsi sul tempo tenuto da una batteria con tutti i suoi dettagli. Anche nel caso di un pattern campionato siamo lontani mille miglia dalla monotonia di un metronomo, oggetto utilissimo quanto evitabile - se possibile - per sostituirlo con qualcosa di meglio.

Il fatto poi che i drum pattern di Loop Core Deluxe siano capaci di leggere il tempo del loop già in riproduzione è francamente una cosa notevole. Si sceglie fra i vari preset ritmici quello più adatto a quanto stiamo per suonare e poi, dopo aver registrato una base con la chitarra (o altro), basta premere il pulsante Rhythm per sentire il batterista virtuale che segue perfettamente il nostro loop. Fantastico. Utilizzando il tap tempo a posteriori possiamo modificare la velocità dell'intera… band!

Attivazione dei pattern e tap tempo prevedono un intervento manuale, viste le minuscole dimensioni del pulsante, per cui un eventuale esecuzione live dell'operazione non è esclusa ma richiede una certa ginnastica.
Infatti, lo start/stop e selezione dei drum pattern non sono possibili neanche usando il footswitch NMP-2, peraltro molto utile in quelle di base.

Il Loop Core in versione stand-alone richiede la solita dose di memoria e un minimo di concentrazione nello sfruttare l'unico pulsante per ogni funzione. Gli habitué del looping in questo formato saranno già abituati a calcolare il numero di pressioni e la loro durata per attivare recording, stop, playback, undo (dell'ultima parte registrata), cancellazione.

D'altronde, collegando l'NMP-2 possiamo alternativamente:

  • 1 - passare dall'uno all'altro dei loop eventualmente memorizzati usando i due pulsanti A e B per muoverci nelle due direzioni, up/down.
  • 2 - stoppare il loop in corso di riproduzione con una singola pressione del pulsante A, invece del doppio colpo necessario sul pulsante del Loop Core (cosa molto utile, da non sottovalutare).

Nel primo caso dovremo collegare il footswitch al pedale (input Ctrl In) con il cavetto stereo in dotazione (output B&A di NMP-2).
Nel secondo basterà un normale cavetto mono per collegare l'output A di NMP-2 al medesimo input. Il pulsante per lo start del loop, recording, etc rimane quello di Loop Core.

Non fa parte del nostro test ma è importante sapere che il footswitch NMP-2 può essere utilizzato anche per controllare l'attivazione momentanea di pedali predisposti a questa funzione. In quel caso l'effetto sarà attivo per la sola durata della pressione del piede sul pulsante.

La nostra compattissima loop station non si limita a funzionare in maniera più che valida, ma permette anche di salvare i loop in 99 memorie che porteranno con sé anche il drum pattern selezionato. Potremo poi fare un backup completo usando la presa mini USB, la stessa che ci permette di assimilare di nuovo le nostre creazioni o di importarne di nuove.

I pulsanti sono sensibili al punto giusto e apparentemente piuttosto robusti (occhio comunque alle pedate troppo energiche, popolo del rock, specie con anfibi o stivaloni… a tutto c'è un limite). Una volta fatta amicizia con i vari comandi è facile risvegliarsi all'ora di cena, persi in jam un po' onanistiche ma di grande soddisfazione.

Scegliendo un oggetto ridotto in dimensioni e nel prezzo non ci si può aspettare la funzionalità 'aperta' e i comandi foot-friendly di una loop station di classe maggiore. ma Loop Core Deluxe offre comunque molto. Basta abituarsi all'idea di usare le mani per attivare alcune funzioni (on/off drum pattern, tap tempo, save…), mentre quelle base rimangono a portata di piede.

Sicuramente un buon contender nella fascia di looper a buon mercato e dalle dimensioni ridotte, il Loop Core Deluxe in Bundle con il footswitch esterno NMP-2 conferma la capacità di NUX di proporre oggetti sempre migliori a cifre molto basse.
Attendiamo con curiosità la prossima divertente proposta.

Maggiori informazioni dal distributore italiano Frenexport.


Commenta