Un paio di cuffie per registrare bene senza svenarsi

Un paio di cuffie per registrare bene senza svenarsi

Eccoci nuovamente nel nostro angolo Studio Basic, lo spazio dedicato alla ricerca di materiale audio economicamente interessante ma che non risulti troppo scadente da non poter essere effettivamente utilizzato.

Le cuffie sono importanti quanto gli ascolti, per diversi motivi, primo di tutti quello di educare l'orecchio all'ascolto per studiare, per capire, per imparare e quindi evitare strumenti che suonano male dandoci solo una pallida immagine di quello che stiamo ascoltando.
Non affrontiamo ora il discorso mix in cuffia perché ne farò un video apposito più ampio e dettagliato, ma rimaniamo legati alla scelta di cuffie adatte al recording casalingo. In questo caso ci occorrono cuffie con caratteristiche ben precise.

Oltre alla qualità di ascolto, quindi la qualità del suono vero e proprio, in fase di recording ci occorre una tipologia di cuffie che abbiano un isolamento eccellente, per evitare quindi che la base, o il click, ritornino all'interno del microfono quando stiamo registrando.
In questo caso è infatti importante sacrificare un po la qualità a discapito dell'utilità. Altro fatto importante in fase di recording è la comodità della cuffia, non deve quindi distrarci, essere scomoda o pesante ma il più possibile efficace al nostro scopo.

Ho provato varie cuffie cercando di rimanere in un budget limit di 70-80€. Scendere al di sotto è stato un po faticoso visto che comunque il compromesso volevo fosse tra sound, comodità ed isolamento.

Anche la PreSonus stessa produce un modello più economico, le HD7 ma a mio giudizio risultano meno performanti e cariche sui medi. Per qualità di suono continuo a preferire le vecchie Sony MDR7506 ma meno isolanti delle HD9. In studio attualmente utilizzo le Beyerdynamics DT990 Pro e le Sony MDR 7509HD ormai fuori produzione, ma ci stiamo muovendo su budget oltre i 200€.

Presonus HD9 PreSonus HD9

Le PreSonus HD9, a 79 euro di listino, hanno una vestibilità eccellente, comode e leggere, isolano ed avvolgono perfettamente il padiglione auricolare, mantenendo comunque un aspetto "Metal". Il materiale di costruzione non è scadente anzi, sopporta bene gli stress del lavoro in studio.
Il sound in se è scuro rispetto ad un ascolto Pro, ma è possibile equalizzare un po' l'uscita cuffia per migliorare l'ascolto. In questo modo risulta essere una eccellente cuffia per il recording, si riesce a registrare voci molto lievi e sussurrate, perfetta per il recording di strumenti acustici, testata con successo anche con un violinista che era abituato alle classiche AKG.
Nella scatola troviamo anche un adattatore per il connettore jack. Il cavo è lungo 2m circa.

Ogni info in più la trovate sul sito del distributore Midi Music.

Spero vi sia stato utile, condividete il video, non dimenticate di iscrivervi al mio canale youtube e di seguirmi su Musicoff per aggiornamenti settimanali sull'audio recording e lezioni gratis.


Commenta