Studio Blu 2.0 e il blues italiano

Studio Blu 2.0 e il blues italiano
Ciao a tutti musicoffili! Sono Thomas Guiducci, gli utenti storici di MusicOff si ricorderanno forse di me o almeno del mio nickname, Rory; da anni frequento questa community online che mi ha permesso di imparare molto e di conoscere davvero tante persone speciali, sia professionisti del settore che musicisti di ogni genere. Dopo aver ricevuto tanto ho pensato, nel mio piccolo, di cercare di costruire anch’io qualcosa che potesse essere di aiuto e interesse per chiunque metta la musica al centro della propria vita.
Coloro che mi conoscono da più vicino, sono sicuramente al corrente della mia grande passione per la musica e per il Blues in particolare, in tutte le sue sfaccettature ed evoluzioni. 
"Fingo" anche di essere un musicista nel tempo libero (con la "m" minuscola ;) ).Mi occupo per lavoro di fotografia pubblicitaria, post-produzione e media in generale e gestisco assieme ad altri due soci uno studio di produzione foto/video, lo Studio Blu 2.0 . Tempo fa, parlando con Giorgio Cravero (uno dei miei soci), mi accennò ad una idea che aveva in testa da un po' e che prevedeva una sinergia tra video, fotografia e musica. Inutile dire che sono stato entusiasta da subito e mi sono così appropriato della sua ottima intuizione, plasmandola attorno a questo nuovo progetto che prende il nome di "Studio Blues". Abbiamo così deciso di buttarci a capofitto in questa nuova avventura.Ricorre proprio quest’anno il centenario dalla nascita di Robert Johnson, da tutti considerato il padre del Blues moderno e, storicamente, uno dei più grandi innovatori in assoluto. Volevamo quindi rendergli omaggio esplorando il mondo della musica Blues in Italia e non solo. Il progetto che vede ora la luce si svilupperà per tutto l’anno con 12 monografie di artisti che hanno significato e significano qualcosa di importante e fondamentale nel panorama musicale Blues, in particolar modo nel nostro paese. Ogni monografia sarà composta da un video musicale live in studio (da qui l’idea del nome Studio Blues), da alcuni ritratti del musicista e da una breve presentazione che potrà essere approfondita attraverso una piacevole intervista realizzata chiacchierando tra uno scatto e l’altro.La redazione di MusicOff.com al completo accoglie con piacere sui propri spazi questa new entry. In primo luogo perché tutto viene direttamente dall'opera di un musicoffilo d.o.c. di lungo corso come Rory, che siamo stati felici di ritrovare in questa veste e con questi nuovi, meravigliosi, obiettivi di diffusione di un messaggio musicale molto importante. Il Blues, ma in particolare il panorama storico italiano di questo genere, spesso sottovalutato o tenuto in poca considerazione dalle masse, quando invece vive ancora di realtà di notevoli bravure, apprezzate spesso più all'estero che in madrepatria. Come sapete qui su MusicOff ciò che è made in Italy è sempre portato avanti con orgoglio e quando si parla di musica, ancora di più. Oltre a tutto ciò, la qualità e professionalità che lo Studio Blu 2.0 mette nella realizzazione di questi contenuti Full HD è davvero impressionante e se MusicOff si è sempre battuta per andare controcorrente al "low profile mode" sin troppo spesso imperante in rete, a maggior ragione questa collaborazione avviene in maniera naturale e diretta per unione d'intenti, così da garantire alle migliaia di utenti che quotidianamente visitano queste pagine di poter usufruire di video, foto ed altro il cui messaggio musicale è valorizzato anche da una qualità visiva ben al di là dei normali standard.Quindi tenetevi pronti musicoffili, sarà una lunga e piacevole avventura che ci farà esplorare i più bei territori del Blues italiano e siamo sicuri che verranno alimentate discussioni interessantissime sul forum a cui prenderete parte direttamente, con le vostre considerazioni, domande, gusti personali e perché no, magari anche qualche vostra performance se siete degli appassionati musicisti della musica nera... che da oggi si tinge anche un po' di tricolore.Tirate fuori le vostre blue notes, si parte!Thomas "Rory" Guiducci & MusicOff.com