Viaggiare in tour con la chitarra senza danni

Viaggiare in tour con la chitarra senza danni

Come portare in aereo la propria chitarra senza fare danni e quali strumenti scegliere per affrontare un lungo tour con molti viaggi, in modo da rimanere comodi ed efficaci?

Prima di questo sfortunato periodo di stop globale, il chitarrista italiano Alberto Lombardi ha avuto l'occasione di fare un lungo tour negli Stati Uniti, imbracciando la sua chitarra acustica e spostandosi lungo vari Stati americani, macinando chilometri sia in aereo che in automobile.

In questi casi mettere al sicuro il proprio amato strumento è praticamente d'obbligo e se state pensando che basti chiuderlo in un robusto flight case, beh, purtroppo neanche questa soluzione potrà farvi vivere sogni tranquilli di fronte all'imperizia di tanti addetti ai bagagli negli aeroporti...
È quindi bene ascoltare i consigli di Alberto, che oltretutto gira il mondo con uno strumento acustico, per sua stessa natura molto fragile.

Inoltre, è altrettanto importante pianificare bene di cosa si ha bisogno, eliminando il superfluo e portandosi dietro uno strumento che può coprire tutte le nostre esigenze, equipaggiandolo con sistemi di amplificazione o altro che mettano al riparo la buona riuscita del live in qualsiasi situazione.

Segui Alberto Lombardi su:


Commenta