L'ambiente di lavoro per la batteria di Eugenio Mori

L'ambiente di lavoro per la batteria di Eugenio Mori

Organizzarsi è fondamentale, soprattutto se si è batteristi: ecco l'esempio di Eugenio Mori, che oggi ci descrive il suo studio personale.

Da sempre i batteristi soffrono prima di tutto di una cosa: l'ambiente in cui studiare e registrarsi quotidianamente. Difatti, mentre per altri strumenti lo spazio a disposizione e l'abbattimento sonoro richiesti sono sicuramente di minor impegno, nonché la tipologia di microfonazione per il recording, la batteria è uno strumento ampio, rumoroso e complesso da registrare, anche per sessioni casalinghe.

Eugenio Mori, da professionista quale è, ha dovuto creare un ambiente riservato per le sue produzioni e per il suo esercizio quotidiano, dove poter suonare, comporre, prepararsi a un tour o a una registrazione in studio e altro.
Oggi ci fa entrare direttamente in questo spazio e ce ne illustra tutte le particolarità, magari dalle sue scelte potremmo trarre noi stessi qualche ottima idea!

Scopri di più e segui Eugenio attraverso i seguenti canali:

>>> Vai alla puntata precedente <<<


Commenta