Un problema di tanti musicisti: il dolore cervicale

Un problema di tanti musicisti: il dolore cervicale

Partiamo con una serie di video dedicati alla benedetta cervicale. Problematica che affligge tantissimi musicisti per via delle posture che adottiamo mentre studiamo e suoniamo.

Premetto che, il termine "cervicale" significa tutto e niente, ci sono moltissime variabili e moltissimi muscoli nella porzione alta del nostro corpo che potrebbero essere coinvolti, potremmo avere a che fare con delle contratture, con degli stiramenti, con delle debolezze muscolari e molto altro ancora.
Cercheremo quindi con i prossimi video di fare un po' di chiarezza e cercare di farvi prendere coscienza su cosa effettivamente vi fa male e come eventualmente agire in totale sicurezza per il nostro corpo e per la nostra passione musicale.

Ricorderò sempre inoltre, che questi sono soltanto esempi e spunti pratici. Presi singolarmente questi esercizi, nel caso di un fastidio posturale o muscolare, non faranno molta differenza. La cosa migliore è sempre quella di affidarsi ad un professionista del settore in quanto è sempre fondamentale partire dal soggetto e non prendere un protocollo di esercizi e riportarli tali e quali a qualsiasi persona.
Ogni soggetto è differente da un altro. È molto importante, come nello studio di tecnica sullo strumento, la progressione. Un esercizio potrebbe essere più difficile di un altro. Un bravo professionista saprà redarvi un protocollo di allenamento ottimale per le vostre necessità.

È quindi fondamentale sempre la valutazione, i test, le osservazioni e a quel punto si potrà costruire un protocollo funzionale ed adeguato alle vostre esigenze.
Perché vi propongo allora questi esercizi singoli? Prima di tutto perché sono esercizi di rinforzo che fanno sempre bene e, piuttosto di non fare niente, è meglio eseguire qualche esercizio che male non fa. Il secondo motivo è per farveli vedere nella maniera corretta e spiegarvi qualche nozione in più sul nostro apparato muscolare e sulla postura.

Partiamo quindi con il primo esercizio dedicato ai soggetti con postura in protrazione del capo (testa e collo in avanti) e rigidità.
Generalmente, mantenere per diverso tempo la testa ed il collo in avanti (tipica quando lavoriamo davanti al computer e anche quando studiamo lo strumento), comporta diverse disfunzioni come: una postura che potrebbe diventare cronica, rigidità articolare cervicale e toracica, debolezza dei muscoli stabilizzatori profondi cervicali.

Wellness & Fitness - Benessere fisico e mentale del musicista Clicca per info sul libro

Oggi quindi vi faccio vedere un facile esercizio che ha la funzione di educazione e riconoscimento del corretto allineamento toracico e cervicale. È particolarmente adatto mentre studiamo. Dopo 10-15 minuti di studio, facciamo una pausa (come già detto molte volte) di qualche minuto per eseguire questo esercizio.

Ci mettiamo normalmente seduti in maniera rilassata con le braccia sulle gambe, dopodiché cercheremo di allungarci assumendo un corretto allineamento cervicale e toracico in modo tale da poter resettare lo schema corporeo non funzionale e riconoscere la corretta posizione della colonna.

Facciamo 2 serie da 15 ripetizioni con un recupero di 30 secondi.

Segui Onstage Wellness di Marco Santoro su:


Commenta