Trasporto degli strumenti: attenti ai carichi pesanti!

Trasporto degli strumenti: attenti ai carichi pesanti!

"Potevo cantare che almeno dovevo portarmi dietro solo il microfono?"
La solita frase che tutti noi strumentisti abbiamo detto almeno una volta nella nostra vita mentre trasportavamo materiale pesante. 

Il trasporto di amplificatori, casse, monitor, case ecc. è parte integrante della nostra attività e, oltre ad essere ovviamente faticoso, può essere anche molto pericoloso per la nostra povera schiena. Non solo la schiena viene coinvolta durante un trasporto pesante, ma anche polsi, gomiti e spalle corrono il rischio di spiacevoli inconvenienti se non prestiamo attenzione.

Facile a dire "fare attenzione", tutti noi musicisti sappiamo che ci sono un sacco di dinamiche che entrano in gioco quando montiamo/smontiamo la nostra strumentazione: fretta di allestire o tornare a casa, stanchezza, il furgone che è a 200 metri dal palco e non si può avvicinare, troppo caldo, troppo freddo ecc. ecc.

Diciamo che il segreto sta nel cercare di ricordarsi delle piccole regole ed applicarle costantemente in qualsiasi movimento della vita quotidiana, in modo tale che diventi un automatismo anche per quando siamo a suonare.

In questa puntata vi svelo quindi un piccolo trucco per affaticare il meno possibile la schiena mentre solleviamo carichi pesanti.

La tecnica è in realtà molto simile, se non uguale, a quella usata dagli atleti di Power lifting (disciplina sportiva nella quale ogni singolo atleta è impegnato nel sollevamento del massimo peso possibile in tre esercizi: lo squat, la distensione su panca piana e lo stacco da terra) mentre si preparano a sollevare il bilanciere durante lo stacco da terra.

Oltre al fatto di mantenere la schiena nella sua normale posizione fisiologica, prestando attenzione a non inarcarla, il trucco è quello di mantenere lo sguardo verso la linea dell'orizzonte, in modo da non sovraccaricare il rachide cervicale ma soprattutto usare le gambe! Durante il sollevamento, dovete pensare a spingere le gambe verso il basso (come a creare un buco nel terreno… come nelle migliori puntate di Dragon Ball). Usando questo piccolo accorgimento, vi accorgerete come la maggior parte del peso ricadrà sulle gambe e non sulla schiena, che vi ringrazierà tantissimo.

Vi ricordo che potete approfondire gli argomenti trattati in queste video pillole grazie al manuale che ho pubblicato recentemente per Dantone Edizioni e Musica, intitolato Wellness & Fitness - Benessere fisico e mentale del musicista.
Il libro fa parte della colonna a cura del circuito di scuole MMI di Alex Stornello.

Foto di copertina @ARC Soundtuning


Commenta