Thriller al cinema

Thriller al cinema

Los Angeles; il mondo scopre "Thriller" il primo videoclip kolossal.
La prima assoluta del nuovo video di Michael Jackson si tiene in un cinema della "città degli Angeli". "Thriller" è un film in miniatura: dura 13 minuti e unisce una storia horror con coreografie da musical. Per una settimana entra nella programmazione di un cinema di Westwood nel tentativo di partecipare alle nomination degli Oscar.
Il pubblico americano lo vede per la prima volta il 3 dicembre su MTV. Nel momento di massima popolarità, il canale lo manda in onda addirittura due volte l'ora.

Il regista è John Landis, deus ex machina dei "Blues Brothers" e soprattutto di "Un lupo mannaro americano a Londra", fonte di ispirazione primaria della clip di Jackson.
Altrettanto importanti sono le coreografie di Michael Peters, che ha vinto un Tony Award per il musical "Dreamgirls" ed è considerato da Fred Astaire "il più grande coreografo al mondo". Sono fondamentali i trucchi da zombie inventati da Rick Baker, che ha lavorato a "L'Esorcista" e vinto un Oscar proprio per "Un lupo mannaro americano a Londra".
Per confezionare il clip è stato speso mezzo milione di dollari: una cifra record.

Thriller al cinema

"Thriller" è la prima seria interazione tra cinema e videomusica: vince due Grammy e tre MTV Video Music Awards. Nel 1999 viene premiato dal canale musicale come il migliore video di tutti i tempi. È anche la prova definitiva della grandezza di Michael Jackson: prima del suo avvento, MTV trasmetteva solo video di artisti bianchi.

L'album "Thriller" resta in classifica 37 settimane, diventando il disco più venduto della storia con oltre 100 milioni di acquirenti in tutto il mondo.