Proel, la storia di una grande realtà italiana

Proel, la storia di una grande realtà italiana

Sin dai primi passi della Proel, nel 1991, l'attuale CEO Fabrizio Sorbi ha sempre scelto uno staff di eccellenza, iniziando da una formazione ridotta di "solo" 6 persone (ma più che sufficiente per iniziare ad operare nel segmento della connettività audio) in un locale in affitto di appena 200mq.

Da questo nucleo iniziale, dedicato appunto a produzione e commercializzazione di cavi audio pre-assemblati, la Proel si è espansa sino ad arrivare a 120 persone tra dipendenti e collaboratori di tutto il gruppo, in gran parte presso la sede del 2001 di 10.500mq, cui nel 2009 è stata affiancata la necessaria logistica di ben 15.000mq!

Proel, la storia di una grande realtà italiana Proel MLX3642 mixer


In questo lasso di tempo la Proel ha ampliato i propri orizzonti a tutti i segmenti del mercato audio, sia professionale che musicale, senza tralasciare altri mercati quali lighting, strumenti musicali e P.A. sino a diventare uno dei più importanti player mondiali in questi settori.

Proel, la storia di una grande realtà italiana Tamburo T5 P20 Plus

Uno dei passi più importanti di questa evoluzione è stato nel 1997 la creazione del reparto Ricerca e Sviluppo, che dalla sua fondazione ha dato vita a ricerca, progettazione e prototipazione Made in Italy per il sound reinforcement. Il 1998 c'è stata l'acquisizione di Tamburo, storico e prestigioso marchio di batterie e percussioni, con creazione di un'unità produttiva altamente specializzata, caratterizzata anche da elevate competenze nella lavorazione del legno.

Nel 2003 parte la sfida al settore del lighting sia con il marchio proprietario che con l'acquisizione di Sagitter, sia come marchio che come realtà produttiva. Altro sviluppo fondamentale, sempre del 2003, è l'ingresso di un gruppo di private equity con una quota di minoranza (il 30%) nel capitale Proel: una spinta importante per lo sviluppo economico del gruppo, che ha consentito al management di poter contare su consulenze qualificate rispetto alle scelte strategiche di direzione aziendale.

Proel, la storia di una grande realtà italiana Dexibell Vivo Home

Altri passi importanti della storia di questa azienda sono la creazione della linea di cavi professionali e per strumenti musicali con il marchio Die Hard® frutto dell'importante collaborazione con il Dipartimento di Fisica dell'Università dell'Aquila e dalla spiccata vocazione al design e all'innovazione tecnica e nell'accettare la sfida nel difficile settore delle tastiere con la divisione Dexibell.

Ora la Proel affronta il mercato con 9 divisioni specializzate in segmenti di mercato specifici e applicando la filosofia ben condensata in poche frasi nella mission aziendale: "La crescita dell'umanità dipende dalla cultura che la gente condivide. Questa condivisione di cultura dipende dalle strutture e dagli strumenti che usiamo ogni giorno e da quanto sia difficile reperirli".


Commenta