Musicisti, serve a qualcosa un impacco caldo o freddo?

Musicisti, serve a qualcosa un impacco caldo o freddo?

Capita spesso che musicisti con qualche dolore agli arti, ricorrano ad un classico rimedio della nonna per lenire il fastidio, ovvero impacchi. Ma caldi o freddi? O tutti e due assieme?

In questa puntata, cerchiamo di fare un po' di chiarezza su questo aspetto, ovvero come usare gli impacchi ad uso terapeutico nel migliore dei modi.

Non mi stancherò mai comunque di ripetere quanto sia importante farvi seguire da un professionista del settore e non fare gli auto didatti, specialmente quando si tratta del proprio corpo e della propria salute. Ci sono però delle situazioni dove, fare dei piccoli auto trattamenti, ci può aiutare a stare meglio... Sempre che, ovviamente, questi trattamenti seppur innocui, siano fatti bene.

CALDO

L'uso del caldo, come ad esempio apportare la classica borsa dell'acqua calda, aiuta a rilassare i muscoli, ad aumentare l'elasticità degli stessi e ad attivare la circolazione. Un trattamento con il caldo, sarà sicuramente indicato per contratture muscolari, rigidità muscolari, artrosi o dolori cronici.
Ci vuole comunque del tempo perché questo trattamento faccia effetto, il consiglio è quello di applicare l'impacco caldo sulla zona almeno 3 volte al giorno per minimo 30 minuti.

FREDDO

L'uso del freddo, la classica busta di surgelati o la bistecca congelata, aiuta nei trattamenti di forti infiammazioni, dolori acuti e traumi recenti. L'effetto del freddo, è quello principalmente di ridurre l'infiammazione. Ha quindi anche un forte effetto di riduzione del dolore.
Per un funzionale trattamento, applicate un impacco freddo da 3 a 5 volte al giorno per massimo 20 minuti.

Attenzione: se non avete tempo, non crediate che un unico impacco di 1 ora consecutiva vi aiuti… probabilmente vi farà peggio! Come in tutte le cose, bisogna cercare avere pazienza.

CALDO/FREDDO

Viene consigliato alcune volte di alternare il caldo ed il freddo, ma quando usare questa accortezza? I cicli alternati di caldo/freddo, sono ottimali per: dolori cronici, lievi infiammazioni, edemi venosi e traumi in post-acuto.
Trattare la zona per 3 volte al giorno, alternando 6 cicli alternati da 45 secondi (quindi 45 secondi caldo, 45 secondi freddo. Il tutto per 6 volte).

Vi ricordo che potete approfondire gli argomenti trattati in queste video pillole grazie al manuale che ho pubblicato recentemente per Dantone Edizioni e Musica, intitolato Wellness & Fitness - Benessere fisico e mentale del musicista.
Il libro fa parte della colonna a cura del circuito di scuole MMI di Alex Stornello.


Commenta