Le note sincere di Jack Savoretti a Milano

Le note sincere di Jack Savoretti a Milano

Sleep No More: un nuovo album e un nuovo tour per il cantautore italo-inglese che conferma il suo talento dopo il successo di Written In Scars.

Un Fabrique stracolmo di gente lo scorso 24 febbraio ha accolto calorosamente Jack Savoretti e la sua band, a conferma di un affetto maturato negli ultimi due anni, un periodo che ha portato finalmente in luce questo talentuoso cantautore italo-inglese che sembra trovarsi perfettamente a suo agio, ormai, in vetta alle classifiche.
Written in Scars, il suo penultimo disco, ci aveva messo in allarme facendoci pensare che forse era arrivato il suo momento, il momento, per Jack, di essere notato come meritava. Il successo del disco e del successivo tour non ci ha smentiti.

Sleep No More, uscito lo scorso 28 ottobre e seguito da un nuovo tour che sta vedendo la band in giro per l'Europa e per gli Stati Uniti, arriva come un'ulteriore conferma: è diverso il contenuto, ma il risultato non cambia.
Una sorta di lettera d'amore per l'attrice Jemma Powell, sua moglie: Sleep No More sviscera l'amore nelle sue diverse sfaccettature, dalla paura di vedere affievolito il fuoco della passione, al coraggio di dimostrare di essere "quello giusto", alla consapevolezza di aver trovato la strada per la felicità.

Savoretti ha raccontato tutto questo nel suo concerto italiano, suonando per il pubblico milanese tutte le diverse sfumature della sua musica; quasi tutti i pezzi di "Sleep No More", dalla title track, al singolo "When We Were Lovers", passando per il mood più morbido delle ballate, come "I'm Yours" e "Tight Rope".

Non sono mancati i ritmi incalzanti di "Tie Me Down" e "Written In Scars", che ha chiuso il concerto, e una parentesi acustica che lo ha visto da solo sul palco e poi accompagnato dal tastierista e fisarmonicista in una sentita e toccante versione piano e voce di "Breaking The Rules", dal disco Before The Storm.

Figlio di padre italiano, Savoretti parla la nostra lingua perfettamente, e coinvolgere il pubblico con un po' di chiacchiere è davvero semplice per lui; scherza sul fatto che ogni volta che viene a suonare in Italia porta il cattivo tempo ("I'm sorry!", dice), racconta di tutte le volte che lo prendono in giro perché scrive solo canzoni tristi ("allora ho pensato di scrivere una canzone allegra... e l'ho chiamata "Helpless!"), e coinvolge qualcuno delle prime file che gli suggerisce qualche termine in italiano quando a lui sfugge la traduzione.

È tutto estremamente preciso e controllato, ma l'emozione e l'autenticità della sua musica traspaiono da ogni singola nota: Jack Savoretti ci ha letteralmente conquistati.

Jessica Testa

Seguici su Jam TV

Scaletta:

1. Sleep No More
2. We Are Bound
3. Deep Waters
4. Tie Me Down
5. Helpless
6. Troubled Souls
7. Sweet Hurt
8. I'm Yours
9. Tight Rope
10. Changes
11. Soldier's Eyes
12. Breaking The Rules
13. Lullaby Loving
14. Home
15. The Other Side Of Love
16. Start Living in The Moment
17. Back Where I Belong
18. Not Worthy
19. Catapult
20. When We Were Lovers

Bis:
1.    Only You
2.    Written in Scars / Knock Knock (mash-up)


Cover photo by Paul Carless - CC BY 2.0

Tags


Autore


Jam TV

Jam Viaggio Nella Musica è stato uno dei più autorevoli magazine di rock e dintorni. Nato nell'ottobre 1994 sulle ceneri del bimestrale Hi, Folks!, ha guardato alle esperienze delle testate anglo-americane Mojo, Uncut, Musician. È stato un punto di riferimento per gli appassionati di rock "classico" e di quegli artisti che ne tengono viva l'eredità. Da gennaio 2014 continua la sua avventura sul web e dal 1° febbraio 2016 si evolve nella Jam TV (www.jamtv.it).