L'America di Cat Stevens

L'America di Cat Stevens

Los Angeles, California. Lo Shrine Auditorium, il teatro hollywoodiano che ospita la serata degli Oscar, apre le sue lussuose porte a una stella del pop inglese.
Cat Stevens inizia proprio qui il tour americano (ben 31 date, tutte sold out) che promuove il suo ultimo album, Teaser And The Firecat.

Al disco (che ottiene da subito un grande successo di pubblico e di critica) è abbinato un libro per bambini scritto e illustrato dallo stesso Cat Stevens. Racconta le avventure di Teaser (ragazzino con un cappello a cilindro) e del suo gatto Firecat. Il loro compito non è dei più semplici: devono riportare la luna al suo posto dopo che è cascata dal cielo.

Il concerto si apre con cartone animato in cui Teaser e il suo gatto vanno sulla luna seguendo le note di "Moonshadow", una delle canzoni più belle dell'album. Il brano, pieno di spiritualità, insegna ad avere fede e speranza in ogni momento della vita, anche nella peggiore delle circostanze.

L'America di Cat Stevens

"Ero in vacanza in Spagna", racconta Cat Stevens, "in una minuscola località in cui non c'era nemmeno l'energia elettrica. Una notte camminavo per strada illuminato solo dalla luce della luna: per la prima volta mi sono accorto che la luna poteva fare ombra…".

Ispirato da questa esperienza, Cat Stevens scrive "Moonshadow", destinato a diventare uno dei suoi brani più popolari e più amati.