L'album bianco dei Beatles

L'album bianco dei Beatles

Londra. Esce nei negozi di dischi uno strano oggetto. Si tratta di un album doppio, con la copertina completamente bianca che (in piccolo, in basso a destra) presenta stampigliato in rilievo il nome del gruppo: The Beatles.
Nelle intenzioni dei Fab Four quello sarebbe anche il titolo di quel lavoro. Ma tutti, da subito, lo chiamano "The White Album", "l'album bianco".

Nelle prime copie, in copertina, appare anche il numero seriale di stampa. Originariamente il disco doveva chiamarsi A Doll's House, ma nei primi mesi dell'anno il gruppo inglese Family pubblica un album dal titolo analogo.

Accreditato come uno dei migliori lavori dei 4 di Liverpool (nonché loro disco più venduto di sempre, con oltre 20 milioni di copie all'attivo), l'album bianco segna l'inizio della fine dei Beatles, che da questo momento sembrano 4 soggetti diversi più che una vera band.

Gran parte dei brani nascono a seguito del famoso viaggio in India nei primi mesi del 1968, a Rishikesh, nell'ashram del loro guru Maharishi Yogi, dove i Fab Four vengono introdotti alla meditazione trascendentale.

L'album bianco dei Beatles

Poco più di un anno dopo, il disco è al centro del più efferato caso di omicidio della recente storia americana. L'8 agosto 1969, a Bel Air in California, una comune hippie guidata da un certo Charles Manson uccide 5 persone tra cui la giovane attrice Sharon Tate, moglie del regista Roman Polansky.
Manson dice che i Beatles hanno comunicato con lui attraverso le canzoni del "White Album" e che la sua è una rivoluzione razziale tesa a stabilire un nuovo ordine mondiale (lo abbiamo raccontato ieri in questo articolo). 

La chiama "Helter Skelter", come uno dei brani dell'album. In realtà, Paul McCartney scrive "Helter Skelter" nel tentativo di produrre la "canzone più caotica" della musica rock, dopo aver letto che "I Can See For Miles" degli Who era il brano più rumoroso mai registrato.
E, soprattutto, più che una rivoluzione razziale, per McCartney "Helter Skelter" è semplicemente un luna park alle porte di Londra!