Industrie Sonore, una storia a lieto fine che... continua!

Industrie Sonore, una storia a lieto fine che... continua!

Questa è la storia di Industrie Sonore, la struttura a 360° per il musicista che in soli tre anni di attività ha portato il proprio nome ad essere conosciuto in tutto il panorama nazionale.

Industrie Sonore, di Marco Di Folco, con la direzione artistica di Simone Fiorletta (chitarrista solista, membro del progetto Rezophonic e tanto altro), è un centro musicale sito ad Isola Del Liri (FR) che lavora in ogni direzione nel mondo della Musica offrendo servizi di: Studio di Registrazione, Sale Prova, Scuola di Musica, Service Audio/Luci e in più in sede c'è un auditorium in cui solitamente si organizzano eventi di varia natura.
Tra l'altro lo stesso auditorium è cablato con lo studio di registrazione quindi diventa anche una delle due sale riprese.

La struttura, di circa 400mq, è trattata acusticamente nel migliore dei modi rispettando quelli che sono gli standard mondiali del trattamento acustico.

Nel corso dei primi tre anni, sono tanti gli artisti di fama mondiale e nazionale che sono passati ad Industrie Sonore per masterclass o registrazioni o live. Ricordiamo Steve Vai, Paul Gilbert, Guthrie Govan, Daddy G dei Massive Attack, Michael Angelo Batio, Mario Guarini (bassista di Claudio Baglioni e tanto altro), Neil Zaza, Michael Lee Firkins e molti altri.

Per quanto concerne la scuola di musica, è possibile trovare ottimi docenti preparati e, cosa da non sottovalutare, giovani che con metodi moderni preparano al meglio gli studenti. Il centro ad ora ha adesioni da tutta la provincia di Frosinone ma anche da Roma stanno iniziando a scegliere Industrie Sonore per lo studio dello strumento o per incidere il proprio disco.

Tra i vari docenti possiamo trovare:

  • lo stesso Simone Fiorletta per il corso di chitarra moderna (Chitarrista solista e membro dei Rezophonic, Simone ha suonato sui più grandi palchi nazionali e non tipo primo Maggio di Roma 2016, Primo Maggio di Taranto 2014 e 2018, Foro Italico, Home Festival di Treviso. Collaborazioni live e/o studio con Cristina Scabbia, Roy Paci, Piero Pelù – nel brano "Woda Woda" presente nel disco Rezophonic III, Jennifer Batten ed altri. Autore del libro didattico "Chitarrock" edito dalla "Progetti Sonori" e venduto anche nel circuito Mondadori – Feltrinelli. Scopri di più…) 
  • Gianfranco De Lisi (talento dello strumento che vanta live sul panorama Italiano e non. Specializzato anche nella famosa tecnica a quattro dita)
  • Mario Guarini (bassista di Claudio Baglioni, orchestra di "Amici" di Beppe Vessicchio, Massimo Ranieri e tanti altri. Ha suonato e suona ovunque, dai palazzetti dello sport ai più importanti live club passando per gli stadi e trasmissioni televisive. Uno dei bassisti italiani più richiesti)
  • Marco Aiello e Manuel Bianchi per la batteria
  • Barbara Margani e Debora Camilli per il corso di canto
  • Giorgio Masci per il corso di piano / tastiere

Proprio in questi giorni Industrie Sonore ha raggiunto un altro traguardo diventando partner ufficiale di Mark Bass e DV Mark, amplificatori tra i più rinomati a livello mondiale!

In collaborazione con MusicOff, Industrie Sonore è ideatore del format "Open Doors - Porte Aperte in Sala Prove", di cui ha l'esclusiva nazionale. Il format, ideato per le band emergenti, vede la realizzazione di un brano live, registrato in multitraccia, e ripreso da 3 o 5 telecamere. Il montato è  poi caricato sui canali MusicOff.

Sempre in questi primi tre anni di attività, Industrie Sonore è diventata partner ufficiale del Tour Music Fest per le selzioni regionali, insieme a Roma. Concorso che vede Mogol come presidente di giuria e premi di tutto rispetto tipo contratto con la Sony.

Questa e tanto altro è Industrie Sonore e continuerà a crescere a livello esponenziale! Prossimi eventi organizzati dal centro, li live degli Aristocrats (famoso trio mondiale composta da Guthrie Govan, Bryan Beller e Marco Minnemann) e il live di Greg Howe Trio.

Se volete maggiori info, potete visitare la loro pagina Facebook o passare in sede per avere modo di vedere con i propri occhi questo splendido centro.


Commenta