Ian Astbury come Jim Morrison

Ian Astbury come Jim Morrison

Vancouver, Canada Dopo che il concerto dei suoi Cult si è trasformato in un enorme rissa, il cantante e leader del gruppo Ian Astbury viene arrestato dalla polizia.
L'accusa (incitamento alla rivolta) è simile a quella ricevuta vent'anni prima da uno dei grandi idoli di Astbury, Jim Morrison.

Il cantante inglese sembra imitare in tutto e per tutto le brutte abitudini del Re Lucertola, arrestato nel dicembre 1967 sul palco di New Haven, Connecticut, per avere aggredito un poliziotto e accusato, due anni dopo, di avere fomentato odio verso la polizia su un altro palco, a Miami.

Per Ian Astbury è un periodo particolarmente tormentato. Ha preso casa in California e conduce una vita di eccessi da far impallidire le rock star degli anni Sessanta. Colleziona arresti per ubriacatura molesta e atti osceni in luogo pubblico.

Anni dopo confesserà: "Ero diventato tutto ciò che odiavo. Se lo Ian Astbury di 17 anni avesse incontrato quello di 27, gli avrebbe sputato addosso".

Ian Astbury come Jim Morrison

In quello stesso anno il cantante verrà ricoverato in ospedale, ufficialmente per esaurimento nervoso. La somiglianza fisica, comportamentale e vocale di Astbury con Jim Morrison lo porterà a esibirsi una sera del 1999 coi Doors superstiti.

Tre anni dopo diventerà il cantante ufficiale della nuova formazione dei Doors, ribattezzata The Doors of The 21st Century. L'immedesimazione è pressoché completa. 


Cover photo by Alberto Cabello - CC BY 2.0