Con i polsi sani si suona meglio

Con i polsi sani si suona meglio

Abbiamo già parlato diverse volte dei polsi, parte oggettivamente fondamentale per noi musicisti. Ne approfitto quindi per ritornare sull'argomento e proporvi un'altra utilissima routine di esercizi per aumentare la mobilità dei polsi.

Di norma dopo un periodo di studio intenso, abbiamo la sensazione di stanchezza e torpore nei polsi. A volte proprio la mobilità è molto limitata.
Se gli esercizi proposti nelle altre puntate della nostra rubrica di wellness del musicista li avete trovati troppo "light", questa nuova sequenza di stretching statico farà di più al caso vostro.

Sarebbe più indicata l'esecuzione dopo la prestazione sullo strumento, perché i muscoli flessori ed estensori della porzione interessata sono già caldi, quindi non si correrà alcun rischio eseguendo un esercizio piuttosto impegnativo come questo. 

Ma anche prima di cominciare a suonare va bene, l'unico accorgimento in questo caso, è quello di limitare l'escursione dei polsi e limitare il tempo sotto tensione.
Mantenete quindi la posizione per soli 15 secondi, ripetendo l'esercizio per 3 volte con almeno 30 secondi di pausa tra una serie e l'altra.

Vi ricordo che potete approfondire gli argomenti trattati in queste video pillole grazie al manuale che ho pubblicato recentemente per Dantone Edizioni e Musica, intitolato Wellness & Fitness - Benessere fisico e mentale del musicista.

Il libro fa parte della colonna a cura del circuito di scuole MMI di Alex Stornello.


Commenta