California Dreamin'

California Dreamin'

Monterey, California. Da ieri, nel parco dei Fairgrounds della cittadina californiana sono giunti 50.000 hippie per assistere al primo Festival Rock della storia. L'idea è venuta ad Alan Pariser, giovane ereditiere californiano che, dopo aver assistito all'annuale Monterey Jazz Festival, pensa che sarebbe bello fare una cosa simile (e cioè un weekend musicale nel verde) con i musicisti della nascente scena rock californiana.

Tornato a Los Angeles, va dal suo amico Benny Shapiro, impresario rock. I due mettono in piedi una società e insieme a Derek Taylor, l'ufficio stampa dei Beatles, vanno a trovare Lou Adler e John Phillips. Il primo è un discografico affermato, il secondo il leader del quartetto dei Mamas & Papas, in quei giorni in vetta alle classifiche con il brano California Dreamin'.

California Dreamin'

Non c'è bisogno di farla lunga: i quattro sono d'accordo che quella di Pariser è una grande idea. Che però va messa meglio a fuoco. A questo ci pensano Phillips, Adler e Taylor.
Nasce così il Monterey International Pop Festival, fantastica tre giorni destinata a scrivere un pezzo importante della storia del rock. Su quel palco, in un clima idilliaco, si alternano star affermate del Southern California (come Byrds o Buffalo Springfield), deliziosi songwriter della East Coast (come Laura Nyro o Simon & Garfunkel), tutte le band emergenti della San Francisco psichedelica (Jefferson Airplane, Grateful Dead, Country Joe & The Fish), stelle della Swinging London (come Eric Burdon & The Animals o gli Who), il mito del soul Otis Redding e un paio di fuoriclasse che a Monterey raggiungono la consacrazione: Janis Joplin e Jimi Hendrix.

A chiudere le danze, il gruppo di John Philipps, The Mamas & The Papas.

"Vi promettiamo un festival come questo tutti gli anni" urla al microfono un'entusiasta Mama Cass alla fine del set che chiude la tre giorni californiana "se volete, potete anche stare qui ad aspettare l'edizione dell'anno venturo. È stato bello … ci vediamo l'estate prossima!"

Ma non ci sarà una prossima estate: Monterey rimarrà un episodio unico, testimoniato da un film bellissimo in grado, ancora oggi, di trasmettere le buone vibrazioni della Summer Of Love.