Roland M5000 Tour

Roland M5000 Tour
Nel settore degli strumenti musicali Roland Corporation è un'azienda rinomata per una produzione che spazia su molti fronti, dalle tastiere elettroniche, ai pianoforti digitali, passando per amplificatori per chitarre elettriche ed elettro-acustiche, chitarre synth, batterie e percussioni elettroniche ed una gamma completa di periferiche; l'azienda è stata fondata da Ikutaro Kakehashi ad Osaka il 18 aprile 1972, ma nel 2005 la sede è stata spostata ad Hamamatsu e successivamente ha aperto una nuova sede a Matsumoto.Attualmente Roland possiede fabbriche in Giappone, USA, e Taiwan ed è proprietaria dei marchi Boss, nome leader nel settore dell'effettistica e degli accessori per chitarra (così come per la produzione di unità ritmiche, di accompagnamento e sistemi di registrazione digitale portatili), Rodgers (specializzata in organi) ed Edirol.
Per quanto riguarda quest'ultimo brand, focalizzato sulla realizzazione di soluzioni audio e video professionali ed amatoriali, la gamma di prodotti è oggi confluita in gran parte nel catalogo Roland Professional AV, nato come Roland Systems Group, che si occupa di commercializzazione, supporto e servizi di marketing per i prodotti della linea audio e video professionale Roland.Data la particolarità del segmento di mercato cui sono destinati i prodotti di questa divisione, e data l'esigenza di fornire il necessario supporto 24/7 a professionisti audio e video, Roland Professional AV ha condotto fin dalle origini una storia a sé stante rispetto alle altre divisioni dell'azienda, con uno staff altamente specializzato ed in grado di proporre soluzioni per sistemi complessi.Nel corso degli ultimi 10 anni questa divisione ha presentato diversi prodotti di successo, quali i mixer M-400 ed M-480 per il mercato live, insieme a periferiche come i trasporti digitali S-4000 e S-1608, basati sulla tecnologia REAC. Questo protocollo proprietario (REAC è la sigla di Roland Ethernet Audio Communication) di trasporto digitale si basa su cavi Cat5 e Cat6 per la trasmissione di 80 segnali @24/96 con latenza di soli 375 microsecondi. Per ottenere la migliore qualità possibile i preamplificatori sono posti sugli ingressi su palco, evitando in questo modo il trasporto di un segnale di livello basso che potrebbe conseguentemente soffrire di interferenze e problemi di impedenza e capacità.La nuova frontiera dell'audio digitale live è di fornire sistemi 24/96 con un prezzo d'acquisto interessante e che sia alla portata della maggior parte dei service e dei fonici senza causare problemi a livello di budget.Al Pro Light + Sound 2015 di Francoforte abbiamo potuto vedere diverse soluzioni dotate di questa risoluzione audio superiore, fra le quali il Roland M5000, prodotto presentato e dimostrato in Italia dai product specialist Andrea Verga e Max Stivall. Sarà proprio quest'ultimo a condurre la dimostrazione che si terrà domani, mercoledì 24 giugno, presso Taurisano a Taranto, data alla quale seguiranno molti altri appuntamenti dimostrativi.L'originalità della console Roland sta nella sua capacità di fornire 128 percorsi audio liberamente definibili, protocolli espandibili, scelte di I/O multi-formato ed interfaccia utente flessibile. Questa filosofia è sintetizzata da Roland nella sigla OHRCA – Open, High Resolution, Configurable Architecture.Open si riferisce alla capacità della console di adattamento a diversi formati di ingressi, uscite e protocolli. Ciò include l'ampia gamma di soluzioni di trasporto digitale Roland ed integra protocolli quali Dante, MADI, Waves SoundGrid, porte REAC aggiuntive ed ulteriori formati e soluzioni a venire. High Resolution si riferisce in primo luogo al fatto che tutto il sistema funziona a 96kHz, dai preamplificatori high-end che eseguono la conversione AD a 24 bit a tutti i processori ed i componenti selezionati con attenzione, per garantire un suono incontaminato.Configurable Architecture in quanto i 128 percorsi audio definibili indipendentemente liberano un nuovo dominio di flessibilità. L'architettura interna della console Roland M-5000 non è fissa e può essere definita liberamente fino a 128 canali di ingressi/uscita/ bus. Ciò consente in sostanza di costruire la struttura della console in base alle esigenze immediate dettate dall'uso specifico.Oltre la versatilità data dalla configurabiltà dei 24 fader principali per canali/bus, ho trovato particolarmente interessanti i 4 fader a destra cui assegnare i segnali più importanti da trattare in tempo reale durante il concerto/evento, senza dover scrollare fra 128 segnali! Altro elemento degno di nota è la grande capacità di calcolo della macchina, grazie alla quale si possono compiere operazioni importanti, come aggiungere/togliere un canale di ingresso/uscita o un bus, senza alcuna interruzione udibile del flusso audio!Dato che le periferiche RSG (quali trasporti digitali, personal mixer, ecc) hanno sempre supportato operatività 24/96 non ci sono affatto problemi di compatibilità ed è possibile sostituire immediatamente un Roland M-400 o M-480 con un M-5000. Molto interessante fra queste periferiche è il personal mixer M-48 che offre ai musicisti la possibilità di controllare esattamente e personalmente ciò che vogliono ascoltare durante la loro esecuzione, fornendo il più alto livello di qualità del monitoraggio del suono per cuffie ed IEM (In-Ear Monitors), nonché per casse spia.Per consentire la supervisione o interventi istantanei da parte del fonico di palco, il suo M-48 può avere la priorità su quello del  musicista presente sul palco. Inoltre la registrazione multitraccia può essere effettuata tramite un registratore 48 tracce R-1000; inserendolo inline fra I/O della console, dall'M5000 si ha il pieno controllo delle tracce in registrazione, indirizzamenti, inizio e termine della registrazione, persino con la compensazione del preamplificatore nel caso di cambio del gain fisico.Da alcuni mesi, prima della presentazione avvenuta a Francoforte, presso il Billionaire di Roma funziona un M5000, di proprietà di Nico Celano, che ha sostituito un M480. Il fonico Fabrizio Vanni ha espresso la sua ammirazione per l'M5000 sia per la grandissima praticità di uso che per il suono, seppur ancora usato @24/48, che ha mostrato un grande miglioramento con tutte le band di professionisti che si esibiscono sul palco del locale.Francesco Passarelli