Seventh Son of a Seventh Son rappresenta senza dubbio una tappa molto particolare nella carriera discografica degli Iron Maiden.Da molti considerato il miglior album della band inglese, questo disco riprende in qualche modo, ampliandola, evoluzione stilistica e creativa che già aveva fatto irruzione nel precedente Som ...
Questo è senza dubbio l'album di maggior successo degli Iron Maiden, dovuto alla presenza contenporanea del nuovo cantante Bruce Dickinson (che sostituì Paul Di Anno) e di Hallowed Be Thy Name, song che verrà poi considerata "LA" canzone metal per eccellenza. Dickinson provenie dai Samson e subito si rivela un singe ...
Molti conoscono di vista questi album, ma pochi ne conoscono la storia, quindi raccontiamola.L'uscita nel 1978, di questi quattro singoli è un evento impressionante ed unico al mondo, in quanto i Kiss non sono più un gruppo, ma rimangono uniti spiritualmente nel portare avanti, ognuno per se, il progetto del proprio ...
Molti conoscono di vista questi album ma pochi ne conoscono la storia, quindi raccontiamola.L'uscita nel 1978 di questi quattro singoli è un evento impressionante ed unico al mondo, in quanto i Kiss non sono più un gruppo, ma rimangono uniti spiritualmente nel portare avanti, ognuno per se, il progetto del proprio la ...
Molti conoscono di vista questi album ma pochi ne conoscono la storia, quindi raccontiamola.L'uscita nel 1978 di questi quattro singoli è un evento impressionante ed unico al mondo, in quanto i Kiss non sono più un gruppo, ma rimangono uniti spiritualmente nel portare avanti, ognuno per se, il progetto del proprio la ...
Unsolved: irrisolto. Così si annuncia l'ultimo lavoro dei bostoniani Karate (band di punta della scena underground US est coast) e questa è onestamente la sensazione che lascia alla fine dell'ascolto: qualcosa di intelligente, curato ma incompiuto. Delle illuminazioni fulminee e di una bellezza singolare. I Karate ve ...
Questo è l'album meno venduto della storia dei Kiss; storia che di sicuro fa impallidire molti gruppi! All'epoca, la formazione dei Kiss vedeva: Gene Simmons (basso), Paul Stanley (chitarra voce), Eric Carr (batteria) e Ace Frehley (chitarra solista). Finito il tour di promozione di Unmasked tornarono in America per ...
Molti conoscono di vista questi album, ma pochi ne conoscono la storia, quindi raccontiamola.L'uscita nel 1978, di questi quattro singoli è un evento impressionante ed unico al mondo, in quanto i Kiss non sono più un gruppo, ma rimangono uniti spiritualmente nel portare avanti, ognuno per se, il progetto del proprio ...
Questo viene considerato l'album più rappresentativo dei Kiss in cui si sente la loro massima espressione rock e la più potente carica energetica del gruppo. Sicuramente ci troviamo di fronte ad uno dei lavori che ha segnato la storia del rock, pieno di tracce degne di nota a testimoniare che realmente i Kiss si meri ...
Dopo lo split dei Mr Big, nel quale aveva valentemente sostituito il corsaiolo Paul Gilbert, Richie Kotzen ci propone questa interessantissima produzione propria nellla quale tutti gli strumenti sono affidati alle sue sapienti manine e vengono missati con un editing fatto davvero niente male. Lo stile di Kotzen sembra ...
Lanciando le solite invettive contro ignoti, fra lo stupore degli avventori del negozio di dischi, si sente nell'aria un album strumentale in cui, diversamente dal solito, l'artista predilige la creazione delle atmosfere e di sani groove evocativi a mere esibizioni di pura tecnica... l'orecchio viene rapito dai suoni ...
Direttamente dagli Stati Uniti arrivano i Linkin Park, combo dalle sonorità nu-metal tanto in voga in questo momento.Prodotto da Don Gilmore,(già con Eve6 , Lit e Pearl Jam), l'album sfoggia una qualità di registrazione davvero interessante, una pienezza di suono davvero raramente riscontrata fin'ora in altri gruppi ...
Se sei un cultore di emo-core, la prima volta che metti nel lettore il nuovo cd dei Promise Ring ti chiedi: "Ma cosa è?! Mica sono i Promise questi!". Infatti Wood/Water è ben lontano da emulare lo stile puramente emo dei dischi precendenti della band (come il significativo esordio 30 Degrees Everywhere) per battere ...
Ummagumma rappresenta un disco fondamentale nella storia floydiana, perchè ne segna una svolta ed un'evoluzione importante. 1969, la dipartita di Syd Barrett risale ormai a due anni prima, ma buona parte dei fan è rimasta indissolubilmente legata alla sua musica visionaria e progressiva, e ne sente nostalgia. I Pink ...
E dopo averci dato i Pixies il rock non fu più lo stesso... Ne sa qualcosa Kurt Cobain, notissimo e devoto estimatore della band che non ne ha mai negato l'ispirazione. E Steve Albini? Non solo curò i Nirvana ma ebbe la fortuna di lavorare sugli embrioni del rock alternativo dei Pixies, da lui prodotti in questo lavo ...
Dopo Vitalogy e No Code, e dopo le sessions di Mirror Ball insieme a Neil Young (dove ne è scaturito l'EP Merkin Ball, praticamente introvabile), i Pearl Jam tornano ad alzare gli amplificatori con Yield. L'album è caratterizzato da suoni nervosi, "sudati", che anche (e soprattutto) durante le ballad rimangono incalz ...
Spinti dall'insperato successo di Atom Heart Mother del 1970, album sperimentale e coraggioso dal punto di vista commerciale, i Pink Floyd tornano a pubblicare un disco di 46 minuti occupato per metà da un'unica lunga suite. L'impressionante overture di Meddle rappresentata dall'ipnotica One Of These Days, è sufficie ...
Con A Saucerful Of Secrets si apre l'era post-barrettiana nella produzione dei Pink Floyd. Non in molti, in realtà, avrebbero scommesso sul futuro della band una volta privata del proprio geniale leader Syd Barrett ormai ridotto alla follia dagli acidi e dalla depressione. Con il chitarrista David Gilmour, tuttavia, i ...
Pubblicato nel 1973, Dark Side Of The Moon è certamente uno degli album più importanti degli anni '70, e, secondo alcuni, il migliore prodotto della storia del gruppo. Il suo enorme successo di vendite, che all'epoca sorprese gli stessi Pink Floyd, ne ha fatto il disco con la più lunga permanenza nell'hit parade mon ...
Una raccolta assolutamente imperdibile. Ancora una volta gli ormai mitici Pink Floyd ci regalano tante emozioni tutte insieme. David Gilmour, Roger Waters, Nick Mason e Richard Wright, completamente live. Trenta pezzi che hanno fatto la storia della musica internazionale. Trenta pezzi indimenticabili. Trenta pezzi asso ...
Scale modali: queste sconosc... fraintese!
Sennheiser e la sua valigetta dei miracoli
Sisme distribuisce l'audio consumer di Audio-Technica

Incendio alla Universal, l'ex dirigente: abbiamo insabbiato tutto
Molpass presenta grandMA3 e Ayrton

Tutti nuovi i piatti AAX della Sabian