Quasi dieci anni dopo, in pieno boom punk americano, si affaccia sulla scena un gruppo che ricorda molto da vicino i "fasti" dei Velvet Underground. Una botta di psichedelia, che arriva quando ormai quasi nessuno se ne ricordava più. E' l'album di esordio dei Television, "capitanati" dal poeta, chitarrista e vocalist ...
Alla luce della recente ristampa di Roger Taylor's Fun In Space (è questo il titolo originale dell'opera) ci è sembrato utile sottoporvi questa recensione, frutto di un periodo di meditazione ed ascolto piuttosto inusuali, che ci hanno dato modo di formulare un giudizio maggiormente oggettivo ed indipendente da mode ...
Questo è sicuramente uno dei più grandi album live della storia del rock; registrato alla Leeds University il 14 febbraio 1970, rappresenta una straordinaria fotografia di quelli che erano i The Who; una rock band il cui valore, forse non riconosciuto abbastanza, si esprimeva in esibizioni live realmente "devastanti" ...
Geniale può essere l'aggettivo adatto per definire in una sola parola il nuovo album dei muse: dopo Showbiz, infatti, che già aveva messo in mostra il trio agli occhi del grande pubblico (in particolare grazie al singolo Muscle Museum), i Muse si riconfermano con questo nuovo lavoro, ricco di spunti molto interessant ...
Steve Morse è sicuramente uno dei più grandi chitarristi rock degli ultimi tempi. Dotato di grandissima tecnica e versatilità si sta ormai confrontando in tre formazioni così diverse da cui possiamo sicuramente evincere la sua grande preparazione e bravura sia musicale che chitarristica. Si parla ovviamente dei Dee ...
Il genio della coppia Andrew Lloyd Webber e Tim Rice viene incredibilmente valorizzato e idolatrato da questa grezza, ma efficacissima versione “Movie” del musical che ha infiammato una generazione. Gli artisti che recitano nel film, e che quindi cantano i brani dell'opera nella colonna sonora originale, sono pratic ...
We Need Solutions è il primo pezzo che apre il nuovo disco dei Bush, una band il cui genere è sempre stato piuttosto difficile da collocare: a metà tra grunge e rock forse, ma passando anche per venature punk.Fin da subito si nota come il suono sia diventato notevolmente più caldo e avvolgente, senza perdere un bri ...
Ballantine Band!A prima vista questo CD potrebbe dare l'idea di essere un disco per "alcolisti" =D (Chi non conosce il famoso Ballantine?).Invece la derivazione è quella del cognome del leader della band, Carlo Ballantini, compositore, chitarrista e cantante dei brani di questo disco.In genere, quando ci viene affidat ...
Quale miglior presupposto per l'uscita di un live, se non il ritorno in grande stile di una band che del contatto con il pubblico ha fatto il suo cavallo di battaglia sin dagli albori? Il concerto è stato registrato durante una delle varie esibizioni in territorio francese nell'ambito del tour organizzato per la promo ...
Il lavoro di David Bowie veniva annunciato come un ritorno alle origini della sua musica, una specie di tuffo nel passato a ripescare le sue origini sonore. In un certo senso è stato così. Il sound del disco ricorda molto altri stili rispetto a quelli attuali pur tenendo quella nota di novità che distingue una copia ...
Title K, ultima fatica delle Breeders. Non più sposalizio tra ruvidezza e limpidezza, tra noise ed indie-pop, quell'acume musicale che da Pod erano le sorelle Deal: a braccetto con i Sonic Youth, nelle ossa gli X, nel cuore ancora i Pixies. Non più eclettica genialità. Comunque un buon disco. In molti hanno aspettat ...
Il disco di cui vi sto parlando non è un disco come tutti gli altri! Trattasi infatti di una di quelle idee da pazzoide (si sa, questi artisti...) che vede protagonisti nonchè creatori Brian May (chitarrista dei Queen), Eddie Van Halen (l'olandese "volante"), Fred Mandel, Alan Gratzer e Phil Chen. L'idea parte da May ...
"E li sento annegare il mio nome/ così facile da conoscere /e da dimenticare con questo bacio/ non ho paura di andare/ ma il tempo passa così lentamente/ aspetto nel fuoco…".Si potrebbe racchiudere tutta qui la vita di Jeff Buckley, ma sarebbe troppo riduttivo. Cantante, compositore, chitarrista e figlio d'arte (Tim ...
Protagonista della nuova recensione di oggi è il primo, nuovissimo e freschissimo album di una band emergente: gli Zizzetope. La band nasce da una sorta di esperimento pattuito e partorito dalle fertili menti di due dei membri originali di essa: Peps e Glen. Una sera come tante essi si scambiarono via internet delle b ...
Gli Zombies rappresentano forse l'unico gruppo britannico degno di competere alla fine degli anni '60 con la grandezza dei Beatles. Tutta la loro forza si basa principalmente sulla qualità del vocalist Colin Blunstone, sulla genialità compositiva di Rod Argent che è anche tastierista e sull' enorme padronanza dei co ...
Dopo un lungo apprendistato giovanile tra diversi gruppi studenteschi nei vari club della cittadina natale Winnipeg ed una fantastica esperienza nei Buffalo Springfield, Neil Young, canadese di nascita, inizia la sua carriera solista. Approda dopo soli due anni al suo primissimo capolavoro: After The Gold Rush, che nas ...
Grandi ospiti e grande attesa per il nuovo disco di Bjork, che lascia da parte, almeno per un attimo, le sue fatiche in campo cinematografico e si concede alla musica, dopo il suo precedente album, Selmasongs. Dopo la partecipazione al film Dancer In The Dark del regista Lars Von Trier, che tra l'altro ha avuto diversi ...
E' un periodo di cambiamento nella vita di Tom Waits, un cambiamento in positivo. E' ormai matura l'ora per regalare ai posteri un'opera magica, sognante, perfetta. Ma un talento come il suo, poco avvezzo al successo di massa, cerca di "colpire il bersaglio" per vie traverse; spiazza tutti, compresa la sua storica casa ...
6 Luglio 1995. E' d'obbligo rendere onore a ciò che è immortalato in Live At L'Olympia, terza uscita postuma del mai troppo compianto Jeff Buckley e nessuno spazio verrà lasciato al discutere sul "perché" e "per come" dell'ultima produzione, autorizzata dalla madre Mary Guilbert e dal chitarrista Michael Tighe. Ci ...
Manu Chao può essere considerato senza dubbio il portavoce in musica del Popolo di Seattle e degli antiglobalizzatori in generale: Clandestino (1998) ha venduto due milioni di copie (senza contare quelle duplicate ed imprestate) senza la minima promozione commerciale, ma attraverso un fitto e sotterraneo passaparola.C ...
George Kollias: il ritorno del faraone
Da Aguilar un cabinet per basso pratico ed efficiente
Nomi eccellenti nel nuovo brano di Lari Basilio

I Supergrass tornano con un tour e un box set
Le novità di Sennheiser all'edizione 2019 dell'IFA

I nuovi pianoforti Casio Celviano con suoni migliorati