La bassista di Jeff Beck è cresciuta e non è solo basso

La bassista di Jeff Beck è cresciuta e non è solo basso

Tal Wilkenfield è diventata famosa come giovanissima bassista di Jeff Beck, adesso è cresciuta e ha lanciato la sua carriera solista che non è di solo basso e sa quasi di vecchio Grunge!

Perché i due brani presentati live durante la tramissione americana condotta da Jimmy Kimmel hanno davvero un sentore anni '90 negli arrangiamenti, nei suoni e anche nel suo modo di cantare, con quella patina lievemente "apatica" tipica del rock dei primi '90.

Che fosse una bravissima bassista non c'erano dubbi e non solo per Jeff Beck, visto che ha suonato con artisti quali Prince, Herbie Hancock ed Eric Clapton. Insomma, ai massimi livelli!
Ma adesso la Wilkenfeld pur restando ben ancorata al suo strumento del cuore prova a voltare pagina, dando più l'immagine della cantautrice, con tanto di chitarra acustica a tracolla all'occorrenza.

Durante lo show la musicista, accompagnata da una band minimale di chitarra, batteria e tastiere, ha presentato due brani: "Killing Me" e "Corner Painter". Quest'ultimo brano è preso direttamente dal suo ultimo album, Love Remains, ed è qui che suona la chitarra acustica offrendo un suono retrò, tra il grunge, l'alternative rock e sentori di vecchie glorie come Tori Amos e simili.

E anche se le sue capacità vocali forse non svettano, sicuramente non quanto i suddetti riferimenti né come sue colleghe bassiste-cantanti come ad esempio la straordinaria Esperanza Spalding, questo "odore di rock" non può farci che piacere, come anche la scelta di percorrere un cammino cantautoriale e non meramente strumentale.

L'artista ha dichiarato di star lavorando costantemente a nuova musica e di continuare ad evolvere come musicista, lasciando che le cose "accadano da sole".


Commenta