João Gilberto, il gigante della Bossa nova

João Gilberto, il gigante della Bossa nova

Il 6 luglio del 2019 ci ha lasciato João Gilberto, l'artista brasiliano che verrà per sempre ricordato come uno degli iniziatori del genere Bossa nova.

Cantante e chitarrista autodidatta, Joãozinho si impegnò sin dalla giovane età nella musica e in particolare nello sviluppo di un'interpretazione differente dalla classica samba brasiliana.
Il risultato culminò nella nascita di un genere che presentava tempi non eccessivamente veloci ma con portamenti ritmici incalzanti, caratterizzati dalla tecnica batida, l'accompagnamento chitarristico che sarebbe diventato uno dei punti di riferimento della bossa.

Era il 1959 quando l'artista pubblicò "Chega de saudade", suo album di esordio considerato come una delle pietre fondanti del genere:

Il suo contributo si unì sul finire degli anni '50 a quello dell'altro padre del genere, il pianista e compositore Antônio Carlos Jobim, assieme al quale Gilberto si sarebbe definitivamente affermato come artista di portata internazionale grazie ad alcuni brani divenuti leggendari non soltanto per l'ambito della Bossa nova.

Tra gli esempi più celebri c'è l'indimenticabile "Desafinado", scritta da Jobim assieme a Newton Mendonça e frutto di future interpretazioni quando il genere andrà a incontrarsi profondamente con il Jazz:

Non poteva ovviamente mancare in conclusione il vero tormentone della Bossa nova, quella "Garota de Ipanema" scritta sempre da Tom Jobim, qui in collaborazione con il poeta Vinícius de Moraes, un altro a cui il genere deve davvero parecchio.

Ma fu con il contributo del sassofonista Stan Getz, il quale colse le potenzialità della nuova corrente musicale nell'area jazzistica invitanto Gilberto e Jobim a collaborare nell'album "Getz/Gilberto" (1962), che il brano raggiunse la dimensione internazionale nella celeberrima "The Girl from Ipanema", grazie anche alla voce di Astrud Gilberto, all'epoca moglie di João:

Vorremmo raccontare un finale migliore, ma purtroppo la realtà è che João Gilberto ha concluso la sua esistenza, seppur in tarda età, in precarie condizioni economiche e di salute e nella solitudine pressochè totale che da diversi anni a questa parte caratterizzava la sua vita.
Il mondo della musica non potrà tuttavia mai dimenticarne il consistente lascito in termini artistici.

Cover Photo by Tuca Vieira - CC BY-SA 2.0

Commenta