Il tormentone dei White Stripes in versione jazz

Il tormentone dei White Stripes in versione jazz

Chi non ha mai sentito "Seven Nation Army"? Tra originale, cover e cori da stadio, il brano dei The White Stripes è arrivato praticamente ovunque negli anni.

La versione che vi proponiamo oggi è ben lontana sia dall'energico rock della band di Jack White che dal refrain coristico che accompagnò i mondiali di calcio del 2006: qui siamo in piena atmosfera New Orleans, con ispirazione alle marce funebri jazz tipiche della città portuale della Louisiana.

Artefice di questa cover è il progetto Postmodern Jukebox, guidato dal pianista Scott Bradlee, il quale riarrangia con successo canzoni famose di ogni genere musicale.


Commenta